Breaking News
  • Udinese, Lasagna e la fame di gol: preso Di Natale
© Getty Images

Udinese, Lasagna e la fame di gol: preso Di Natale

L'attaccante realizza a Bologna la rete della vittoria, la quinta consecutiva in campionato. E' lui l'uomo copertina dei friulani

SERIE A UDINESE LASAGNA / Crotone, Benevento, Inter, Verona e Bologna. Sono queste le cinque vittime consecutive di bomber Lasagna, diventato imprescindibile per la rinascita della nuova Udinese di Massimo Oddo a suon di gol. Eguagliato il record di un 'mostro sacro' come Di Natale. Tutte pesanti le marcature che hanno rilanciato la squadra friulana in classifica dal pantano per la salvezza in cui si era ritrovata al termine della gestione Delneri, quando i punti di distacco dal Genoa terz'ultimo si erano ridotti a tre.

Udinese, Lasagna: il bomber silenzioso

L'Udinese adesso viaggia sulle ali dell'entusiasmo e del bel gioco, rivestendo il ruolo di peggiore squadra da affrontare per chiunque in questo momento della stagione. La vittoria di Bologna significa anche settimo posto in concomitanza con le più accreditate Atalanta e Fiorentina, a +3 dal Milan degli oltre 200 milioni spesi durante il calciomercato estivo. Ma i tre punti del 'Dall’Ara' hanno anche acceso i riflettori su Kevin Lasagna, bomber silenzioso giunto a quota 7 in classifica marcatori e a ridosso dei big del campionato. Dzeko su tutti. L’attaccante nativo di San Benedetto Po è sicuramente l’arma in più a disposizione di Oddo in questo momento: tecnico, rabbioso e cinico sotto porta, vive un momento di forma strepitoso che lo rende l’unico elemento insostituibile dell’attacco bianconero.

Ai sette sigilli in campionato si aggiungono i due di Coppa Italia, ma soprattutto la consapevolezza di essere ormai una pedina importante per una squadra rinnovata nel sistema di gioco ma soprattutto nell’anima dal nuovo allenatore.

Lasagna, dalla Promozione al gol all'Inter

Proprio lui che ha percorso tutti gli step della gavetta e che cinque anni fa militava nel campionato di Promozione con la Governolese. Di acqua sotto i ponti ne è passata per Kevin, che a 'San Siro' contro l’Inter – di cui è anche tifosissimo – ha realizzato il suo primo gol in Serie A a gennaio 2016 con la maglia del Carpi, peraltro condannando i nerazzurri al pareggio in pieno recupero. Quella stagione furono cinque i gol siglati da Kevin nel massimo campionato, tutti da subentrato. Una sorta di sentenza a gara in corso in attesa della consacrazione in Serie B della passata stagione sempre con la maglia del Carpi. Al termine del campionato sono stati 14 i gol messi a segno, che però non sono bastati agli emiliani per superare i playoff. Ma si tratta comunque di un bottino che vale il pass per la Serie A al centravanti classe 1992, acquistato dall’Udinese con buone chances di giocare come titolare, specialmente dopo il passaggio di Thereau alla Fiorentina. Quel posto nello scacchiere di Gigi Delneri Lasagna lo consolida mettendo a segno due gol, ancora una volta consecutivi contro Milan e Torino, anche se nel momento più buio dei friulani vive anche lui un piccolo periodo di crisi, ritrovandosi in panchina nelle sfide più importanti contro Juventus e Napoli, ma ritrovando gol e sorrisi con l’arrivo di Oddo e la sua svolta tattico-mentale di cui ora gode l’intera squadra. 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)