Breaking News
  • Palermo, la Serie A 'osserva' Struna: le ultime di CM.IT
    © Getty Images
Esclusivo

Palermo, la Serie A 'osserva' Struna: le ultime di CM.IT

Le prestazioni del difensore sloveno potrebbero attirare le attenzioni di Genoa, Sassuolo e Udinese

PALERMO STRUNA SERIE A - Tra le note liete del Palermo capolista della Serie B c'è anche Aljaz Struna. Il difensore sloveno si sta rivelando un elemento fondamentale per la difesa di Tedino, che fin da inizio campionato gli ha consegnato le chiavi del reparto arretrato. Le prestazioni del classe '90 hanno convinto anche i più scettici, visto che il rendimento del giocatore in passato non aveva certamente entusiasmato la piazza rosanero. Di rientro dopo il prestito della passata stagione al Carpi, Struna si sta rivelando uno dei punti forti del Palermo attirando anche le sirene della massima serie.

Calciomercato Palermo, sirene dalla Serie A per Struna

Le positive performance dello sloveno non stanno passando inosservate e come raccolto da Calciomercato.it alcune società di A potrebbero farci un pensierino per la finestra invernale del calciomercato.

Difficile che il club di Viale del Fante si privi di una colonna come Struna a metà campionato, però la delicata situazione finanziaria potrebbe costringere il patron Zamparini a fare qualche sacrificio già a gennaio per ripianare le casse societarie. Al 27enne difensore - sotto contratto al momento fino al 2019 - potrebbero interessarsi squadre di Serie A come Genoa e Sassuolo, con Ballardini e Iachini che già conoscono il calciatore per averlo allenato ai tempi in cui guidavano i rosanero. Anche l'Udinese potrebbe essere un'opzione per Struna, visto che Oddo predilige la difesa a tre, disposizione tattica in cui il difensore ex Carpi e Varese rende al meglio. La valutazione di Struna, seguito pure all'estero, si aggira intorno ai 3-4 milioni di euro. Il Palermo in caso di un'eventuale cessione promuoverebbe come titolare Szyminski, reperendo poi sul mercato un centrale d'esperienza per completare il reparto.

Eleonora Trotta e Giorgio Musso

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)