Breaking News
  • Napoli, l'attacco non segna più: Zielinski e Hamsik i trascinatori
    © Getty Images

Napoli, l'attacco non segna più: Zielinski e Hamsik i trascinatori

Mertens e Callejon a secco da otto gare in campionato, solo Insigne regge l'urto

NAPOLI MERTENS CENTROCAMPO HAMSIK /  Marek Hamsik è tornato. E menomale per i tifosi del Napoli, perché altrimenti gli azzurri avrebbero avuto più di qualche difficoltà. Il capitano slovacco ha trovato ieri a Crotone la terza marcatura di fila, un gol che l'ha reso man of the match ma che soprattutto ha regalato ai suoi il primato al giro di boa del campionato. Continua la lunga astinenza degli attaccante azzurri: Dries Mertens e JoséCallejon non segnano in campionato dallo scorso 29 ottobre, al 'San Paolo' contro il Sassuolo, ed anche a Crotone hanno avuto più di una difficoltà.

I 32 gol siglati dagli attaccanti azzurri fin qui sono arrivati quasi tutti prima di novembre: solo Insigne rivaluta le statistiche offensive napoletane, visto che negli ultimi due mesi ha portato a casa le marcature contro Milan, Sampdoria ed in Coppa Italia contro l'Udinese.

Napoli, Mertens non segna più: Sarri si affida ad Hamsik e Zielinski

A togliere le castagne dal fuoco per Sarri, però, ci pensa il centrocampo, l'unico reparto che non subirà scossoni in questo calciomercato invernale. Hanno segnato praticamente tutti: 19 reti complessive tra i rigori di Jorginho e Diawara, la prima marcatura di Rog, le prestazioni eccellenti di un Allan sempre più decisivo, anche ieri sera a Crotone. Zielinski il più produttivo (6 gol in stagione fin qui, già eguagliato il suo record con il Napoli), ma Hamsik sta tornando ad essere incisivo e decisivo per i suoi, con le 4 reti messe a segno in questa prima parte dell'anno. Nelle ultime 8 uscite di campionato il Napoli ha segnato 10 gol, ben 7 di questi sono arrivati dai centrocampisti: Zielinski, Allan e proprio Hamsik. Sarri continua a predicare calma per Mertens e Callejon, i gol torneranno quando meno ce lo si aspetta, ma nel frattempo sa di poter contare su un reparto di qualità e quantità e su un Napoli dalle mille risorse.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)