Breaking News
  • Fiorentina-Milan, Gattuso: "Gioca Gigio. Siamo stanchissimi"
    © Getty Images

Fiorentina-Milan, Gattuso: "Gioca Gigio. Siamo stanchissimi"

Il mister rossonero fa il punto alla vigilia del match contro la Viola

FIORENTINA MILAN CONFERENZA GATTUSO / La boccata d'ossigeno con la fondamentale vittoria nel derby che vale l'accesso alle semifinali di Coppa Italia rilancia le ambizioni e le motivazioni di un Milan che si presenta con uno spirito tutto nuovo alla delicata sfida di campionato contro la Fiorentina. Alla vigilia della gara, il tecnico rossonero Gennaro Gattuso fa il punto sulle news Milan nella consueta conferenza stampa. Ecco le parole raccolte da Calciomercato.it.

PARTITA - "Non mettiamo le mani avanti, ma affrontiamo con qualche acciacco una squadra in buona forma. L'ultimo risultato però ci consente di lavorare con più tranquillità".

FIORENTINA - "Questa squadra palleggia molto bene. Da 2-3 partite gioca col 3-5-2, ha giocatori bravi in fase di palleggio e davanti si muovono bene. L'allenatore è molto bravo e si vede che la squadra è ben allenata. Prendono pochi gol ed è una squadra difficile da affrontare".

PASSI IN AVANTI - "La partita con l'Atalanta è stata fatta bene secondo me, anche in fase difensiva. Abbiamo sofferto pochissimo, però è normale che se perdi hai commesso degli errori. Anche nel derby li abbiamo commessi, però mi è piaciuto molto lo spirito. Abbiamo corso molto e abbiamo saputo correre, facendo cose interessanti non solo a livello tecnico".

ATTACCO - "I numeri dicono che dobbiamo lavorarci, su 317 tiri 23 gol, devo dire che si può fare meglio. L'importante ora è arrivarci e creare, poi ogni tanto ci dice anche male adesso. Dobbiamo migliorare questo numero, ma l'importante è arrivarci per ora".

DONNARUMMA - "Oggi Gigio si è allenato e penso proprio che giocherà".

TAGLI DI CUTRONE - "Da quando sono arrivato penso si siano viste più verticalizzazioni. Ci piace palleggiare, ma poi cerchiamo sempre il taglio della punta o dell'esterno. Nel derby è stato bravissimo anche Suso a metterlo in porta, dopo Patrick è tarantolato e ha questa caratteristica. Però andiamo alla ricerca di questo tipo di giocata. Anche Kalinic lo fa spesso, poi tante volte la palla arriva e tante volte no".

INNAURATO SOSTITUITO? - "Oggi ha salutato la squadra. No, abbiamo Bruno e Dino, rimaniamo così. Vorrei anche ringraziare la professionalità di Innaurato e gli auguro il meglio".

INCONTRO COL PRESIDENTE - "Sono rimasto molto contento per le parole dette alla squadra e la tranquillità che ha portato. Ci ha detto di essere uniti, che la società crede molto nei giocatori e nelle persone che rappresentano questo club. Poche parole, ma belle chiare.

Qualcosa di importante per noi".

SQUADRA ALLA CANNA DEL GAS? - "Ad oggi, vedendo la squadra, dico di sì. Siamo molto stanchi, abbiamo fatto veramente poco per preparare questa partita. Spero domani di non vedere la stanchezza vista oggi. Sappiamo che domani sarà una gara importante e dobbiamo giocare da squadra vera perché altrimenti saranno 95' molto difficili".

MERCATO - "La mia necessità più importante è non perdere nessuno per strada e lavorare con questa squadra, che penso sia valida e che in questo momento penso possa fare molto di più. Io sto bene così. Spero non ci siano infortuni, per il resto sono molto contento della rosa a mia disposizione".

CALHANOGLU - "Ha fatto molto bene, così come gli altri scesi in campo. Il fatto di aver fatto 50' dopo tanti giorni non mi sembra poco. Non sono sicuro nemmeno io della formazione, vediamo chi giocherà. Lui è un giocatore importante, l'ho già detto. Se migliora sul piano fisico ci darà una grandissima mano, ha una balistica che hanno in pochi".

GOL ANNULLATO NEL DERBY - "Tre giorni prima avevamo preso una mazzata contro l'Atalanta. Penso che oggi la squadra abbia bisogno di cose positive. Ho toccato con mano che alla prima difficoltà la squadra dava sempre sensazione di non reagiare. Penso che in questo momento qualche episodio positivo ci può aiutare. Ma sicuramente ci aiutano di più le vittorie".

ENTUSIASMO CUTRONE - "Bisogna sfruttare questa energia. Non è il primo gol che fa in carriera e non mi sembra un ragazzo che si monta la testa. Ha grandissima voglia, vuole fare questo mestiere e sa che lo può fare a grandissimo livello. Ha il veleno addosso e ci mette poco ad infiammarsi. Fa parte del suo modo di essere, anche quando lo chiami in panchina ci mette un secondo a prepararsi. In questo momento se gli proponi di fare il portiere, si mette i guanti e va".

PIOLI VOLEVA GATTUSO A BOLOGNA - "Stavo facendo il master a Coverciano, era il mio ultimo anno di Milan. Venivo dal problema agli occhi e sono andato al Sion, in una realtà più tranquilla. Avevo parlato con lui, ma sapevo che dopo il Milan non potevo vestire un'altra maglia in Serie A".

MONTELLA - "Ci metterei la firma per affrontarlo in Champions tra un anno. Gli faccio un in bocca al lupo. Con lui ho avuto un grandissimo rapporto, mi spiace sia andata così, ma la stima non è mai cambiata".

DERBY DELLA SVOLTA - "Non faccio il mago, non lo so. Sicuramente è stato un derby importante, ma dobbiamo pensare partita dopo partita. Vedremo dove arriveremo, però sicuramente ci tenevamo tanto, l'abbiamo preparata con tanta sofferenza ed è andata bene. Speriamo di chiudere nel modo migliore prima della sosta".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)