Breaking News
  • Inter, la solitudine di Icardi e il problema del gol di Spalletti
© Getty Images

Inter, la solitudine di Icardi e il problema del gol di Spalletti

Una rete in cinque gare, è 'mini crisi' per i nerazzurri

INTER SPALLETTI ICARDI PERISIC / Con quaranta punti in classifica, l'Inter è attualmente la terza forza della serie A. Gli ultimi risultati l'hanno portata a salutare la vetta, riconquistata dal Napoli che, insieme alla Juventus, hanno iniziato a mettere una certa distanza dalle inseguitrici. Sono rispettivamente quattro e cinque i punti di distanza dalle prime due, con la Roma che potrebbe operare il sorpasso se trovasse la vittoria nella gara da recuperare contro la Sampdoria. 

Se a questo si aggiunge il derby perso in Coppa Italia contro il Milan, dicendo di fatto addio alla concreta chance di sollevare un trofeo in stagione, si capisce perchè di colpo il clima nell'ambiente nerazzurro sia mutato. Spalletti aveva trovato un'impronta di gioco ed era riuscito a compattare lo spogliatoio.

Guardandolo oggi però, il gruppo Inter pare cambiato di colpo, soprattutto in fase offensiva, dove vive una mini crisi. 

Inter, problema Spalletti: se si ferma Icardi...

In attesa del calciomercato invernale, che potrebbe cambiare un po' gli equilibri in casa Inter, allo stato attuale la squadra deve fare i conti con una vera e propria crisi del gol. Guardando alle ultime cinque partite infatti, tra campionato e Coppa Italia, ci si rende conto che una sola rete è stata messa a segno, da Icardi ovviamente, e anche inutile. Si tratta del gol nerazzurro nell'1-3 subito dall'Udinese. Per il resto vanno evidenziato i due 0-0 contro Juventus e Pordenone (nei 120' di gara), l'1-3 appunto contro i friulani e l'1-0 con Sassuolo e Milan. 

Difficile puntare a un piazzamento Champions con queste statistiche, con Perisic fermatosi al 3 dicembre in quanto a rendimento positivo, e Candreva mai entrato nel tabellino dei marcatori quest'anno. Basti pensare che il terzo miglior realizzatore della squadra è Skriniar, con 3 reti. Se non un compagno di reparto per Icardi, il mercato di gennaio dovrà offrire al tecnico toscano una valida alternativa da piazzare dietro le punte. Un giocatore che veda la porta nei momenti decisivi e possa facilitare il lavoro dell'argentino, seguendo i suoi movimenti. Il prossimo sarà un mese chiave per capire se i sogni Inter siano destinati a restare tali o meno.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)