Breaking News
  • Inter, che fine ha fatto... Maniche
© Getty Images

Inter, che fine ha fatto... Maniche

Nuovo appuntamento con la rubrica di Calciomercato.it sugli ex giocatori nerazzurri

INTER MANICHE / Torna su Calciomercato.it la rubrica 'Che fine ha fatto?', che ha come scopo quello di riportare all'attenzione dei tifosi interisti e non solo i giocatori che in passato hanno indossato la maglia nerazzurra finendo poi nel dimenticatoio. Le news Inter di oggi ci portano a parlare di Maniche.

Inter, Maniche: una 'meteora' nell'ultimo Scudetto targato Mancini

Nuno Ricardo de Olivera Ribeiro, noto come Maniche, approda all'Inter nel gennaio 2008. Mancini, con già l'ombra di Mourinho alle spalle, voleva un'alternativa ai centrocampisti titolari e così Moratti lo 'accontenta' prendendo il portoghese ai margini nell'Atletico Madrid con la formula del prestito più diritto di riscatto a 6 milioni di euro esecitabile a giugno 2018.

In nerazzurro l'allora 30enne - che il meglio di sé era riuscito a darlo nel Porto allenato proprio dallo 'Special One' e nel Mondiale 2006 col Portogallo - conferma di essere giunto nella fase discendente della propria carriera, condizione fisica precaria e le pochissime presenze (8 per un totale di circa 309 minuti) sono prove schiaccianti che mettono il timbro sulla fallimentare operazione messa in piedi nella finestra invernale del calciomercato Inter 2008. L'unico sussulto degno di nota di Maniche avviene nel derby d'Italia con la Juventus andato in scena al 'Meazza' il 22 marzo: a dieci minuti dal termine segna l'inutile gol dell'1-2. Per il resto non dà alcun contributo a un'Inter da gennaio in caduta libera e che a maggio farà suo lo Scudetto solo grazie a un eroico Ibrahimovic che, ancora con dolori al ginocchio, realizza da subentrato una doppietta al Parma spezzando i sogni di gloria della Roma di Spalletti. Ovviamente non viene riscattato e fa ritorno a Madrid: coi 'Colchoneros' ha un mezzo rilancio disputando una buona stagione (32 presenze e 2 gol). Nel luglio 2009 passa al Colonia a parametro zero. In Germania si fa valere disputando 30 partite. Dopo un anno, però, torna in Patria per indossare la maglia dello Sporting Cp, una delle storici 'rivali' del suo Porto con cui nel 2004 aveva vinto anche la Champions. A Lisbona, 28 presenze e 4 gol, chiude più che degnamente la carriera mentre l'Inter... di Mourinho faceva Triplete. Appesi gli scarpini al chiodo, Maniche ha cominciato la carriera da allenatore: nel 2013 è stato vice di Costinha al Paços de Ferreira.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)