Breaking News
  • Sassuolo-Inter, Spalletti frena: "Mercato? Il budget sarà basso"
© Getty Images

Sassuolo-Inter, Spalletti frena: "Mercato? Il budget sarà basso"

Il tecnico nerazzurro ha parlato alla vigilia della sfida di Serie A

SASSUOLO INTER CONFERENZA STAMPA SPALLETTI / Vogliosa di riscatto dopo la sconfitta contro l'Udinese, l'Inter domani sarà di scena in casa del Sassuolo. Luciano Spalletti ha fatto il punto sulla sua squadra intervenendo in conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni raccolte da Calciomercato.it.

"E' fondamentale rialzarsi subito, si reagisce continuando a fare quello che abbiamo sempre fatto. Ma è da luglio che stiamo tentando di reagire a quello successo in precedenza. Eravamo in cerca della rotta giusta e ora ci stiamo camminando dentro quella rotta. Non c'è alcun piano B, è tutto sotto controllo. E' chiaro che non vorremmo perdere mai, contro l'Udinese la squadra ha fatto comunque vedere di avere una identità e un suo modo corretto di stare in campo. Turnover? Alcuni calciatori hanno avuto poche possibilità, ma per me vale sempre quello che vedo ogni giorno sul campo. Conta la voglia che uno ha di migliorarsi e questa cosa la vedo in tutti i miei calciatori, ho completa fiducia in tutti loro. Difficile trovare qualcuno di cui possa fare a meno. Ko con l'Udinese episodico? E' successo a tutti perdere delle partite, anche a squadre fortissime come la Juventus. Potrebbe quindi risuccedere di perdere partite, contro l'Udinese abbiamo sbagliato cose che finora non ci erano successe. Sono convinto che non commetteremo gli stessi errori. Sono tranquillissimo perché ci sono tutte le qualità per tornare a vincere, la mia è una squadra interessante, intrigante dove non nessun giocatore molla niente. Sono sicuro che domani faremo una buona prestazione".

SETTIMANA IMPORTANTE - "Squadra pronta per Milan e Lazio in settimana di feste? Il problema è avere stadi e campi corretti, giocano in questo periodo da tutte le parti quindi non vedo dove stia il problema o il divieto. Ripeto, servirebbero stadi adatti alle famiglie. La società ha la stessa volontà mia di rendere partecipi i tifosi e di essere più chiara possibile. L'obiettivo è davvero coinvolgere i nostri tifosi, se li coinvolgiamo saremmo ancora più forti.

Preoccupato da ristrettezza investimenti? Qualcosa è già cambiato perché siamo partiti con delle possibilità e poi abbiamo dovuto sterzare... Ma in generale noi dobbiamo essere tutti parte dei problemi e delle soluzioni. Siamo dentro e ormai ci prendiamo tutti i problemi che dovremo essere bravi a saper gestire".

Calciomercato Inter, Spalletti: "Rinforzi? Budget ridotto, ma Sabatini e Ausilio sono pronti a fare gol. Su Joao Mario..."

In conferenza stampa Spalletti ha affrontato a tutto tondo il tema mercato, dai possibili rinforzi al futuro di Joao Mario: "Non mi serve a niente ragionare su eventuali rinforzi o dire ai miei giocatori che loro non completano le mie esigenze. Come potrei poi rientrare nello spogliatoio? Quando ho deciso di partire qui è perché avevo fiducia in questa rosa, di sicuro Sabatini e Ausilio sapranno buttarla dentro se capiterà il giusto pallone. Poi è da vedere quelle che saranno le possibilità, i programmi. Deve parlare la società per capire bene la direzione da prendere. Io sono a posto così e così sarà fino alla fine. I miei giocatori sappiano che non hanno via di fuga fino alla fine di questo percorso, dobbiamo andare dritto con coerenze sugli obiettivi fissati all'interno. Tra di noi ci siamo detti che possiamo ambire a certe posizioni, anche se poi nella realtà non è facile visto che ci sono diverse squadre forti che possono arrivare in alto. Non ci sarà un budget importante per andare a investire, a noi quindi toccherà tirare fuori il massimo consapevoli di avere una grande forza che è la base per arrivare dove vogliamo. Big via? Il dubbio sul futuro dei nostri giocatori è un problema se poi si vuol vincere il campionato, arrivare fino in fondo. Alla Juve non sento fare questi discorsi... Poi è chiaro che Skriniar lo voglion tutti. Secondo me è fortissimo, è uno che che fa ogni contrasto come se la sua vita dipendesse da quel contrasto. Lui quando decide di intervenire ci va con la totalità della sua forza e della sua ferocia agonistica... Noi siamo l'Inter e quindi dobbiamo avere ambizioni. Sentire discorsi su possibili partenze dà fastidio. Joao Mario? Non mi ha mai detto di voler andar via, quando e se me lo verrà dire gli risponderò. Per me è un giocatore forte e se mi confermerà di aver ripreso un po' di condizione è chiaro che potrei impiegarlo. Lui è uno che può darci le soluzioni per vincere le partite".

 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)