Breaking News
  • Rijeka-Milan, da Zanellato a Gabbia: occhi sui giovani
© Getty Images

Rijeka-Milan, da Zanellato a Gabbia: occhi sui giovani

Nella sfida di Europa League molti ragazzi potrebbero trovare spazio

RIJEKA MILAN ZANELLATO GABBIA / In conferenza stampa Gennaro Gattuso è stato chiaro: "Potevamo portare diversi ragazzi della Primavera visto che ormai la gara per la classifica non ha importanza, però per noi vincere serve come il pane, soprattutto per una questione psicologica". Il neo-tecnico del Milan però potrebbe comunque garantire minuti nella sfida di oggi contro il Rijeka ad alcuni giovani. Tra loro Matteo Gabbia e Niccolò Zanellato. I due hanno entrambi esordito in questa stagione con lo Shkendjia in Europa League ed è l'unica gara disputata tra i grandi. Il primo partirà dalla panchina, mentre il secondo potrebbe scendere in campo addirittura da titolare. Zanellato, centrocampista di buona tecnica, ha disputato già 90 minuti in Macedonia in estate, mentre Gabbia, difensore centrale che può essere impiegato anche a centrocampo, era entrato a partita in corso. Una possibilità poi potrebbe averla anche Riccardo Forte, ala sinistra che può giocare anche seconda punta, perno della Primavera di Gattuso in questa stagione. Non è escluso che il ragazzo (6 reti in 11 gare con la Primavera) possa esordire tra i grandi al fianco di uno tra Cutrone e l'ultimo innesto del calciomercato, André Silva.

Rijeka-Milan, chance per i giovani: occasione Locatelli

Oltre ai giovani aggregati alla prima squadra, quella di stasera contro il Rijeka sarà una sfida importante soprattutto per Manuel Locatelli. Il centrocampista, rivelazione del Milan dello scorso anno, sta trovando un minutaggio inferiore in questa stagione, ma in lui i tifosi rossoneri vedono una pedina importante per il futuro. Il centrocampista sarà schierato insieme a Lucas Biglia e potrà sfruttare questa importante chance per conquistare la fiducia del nuovo tecnico Gattuso. Al suo fianco potrebbe poi avere anche l'ex compagno delle giovanili Niccolò Zanellato. Tenendo conto che in campo ci saranno anche Calabria e Cutrone saranno quattro i giocatori provenienti dal vivaio, visto che Donnarumma è invece rimasto a casa. Tutti giovanissimi, per un Milan che, in questo momento buio, guarda al futuro all'insegna dei giovani.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)