Breaking News
  • Roma, Baldissoni: "Champions? Diventi la normalità. Lo stadio..."
© Getty Images

Roma, Baldissoni: "Champions? Diventi la normalità. Lo stadio..."

Il direttore generale ha parlato dopo la qualificazione agli ottavi di finale

ROMA BALDISSONI / Il direttore generale della Roma Mauro Baldissoni è intervenuto ai microfoni di 'Roma Radio' all'indomani della qualificazione agli ottavi di Champions League. Questi i passaggi salienti delle sue dichiarazioni:

CHAMPIONS LEAGUE - "Deve essere una grande soddisfazione ma non di più, altrimenti viviamo queste situazioni come eccezionali. Dobbiamo lavorare affinché sia sempre più normale. Avevamo di fronte due squadre che nei pronostici erano davanti a noi, dobbiamo rivendicarlo con orgoglio perché consapevoli della nostra forza ci siamo giocati il passaggio del turno. Deve essere il passaggio per fare meglio in futuro.In un percorso alla fine si raccoglie quello che si è meritato, la Roma ha meritato di passare da prima ma ora bisogna porsi nuovi obiettivi".

NUOVO STADIO - "Il Governo ha compreso l'importanza di questo tema, il lavoro del Ministro Lotti è stato incessante, ha introdotto norme per favorire la realizzazione di infrastrutture. Capendo quanto fosse importante per il paese e in una città in difficoltà realizzare un'opera del genere. E' necessariamente un successo che va ascritto ad un lavoro di squadra, che ha visto privati ed enti pubblici collaborare altrimenti non sarebbe mai arrivato dov'è. Seguiranno ancora passaggi amministrativi relativi alla variante urbanistica poi ci sarà un nuovo passaggio in giunta comunale che darà il parere definitivo e si potrà iniziare a costruire. Tutto questo avverrà nelle prossime settimane, intanto potranno essere iniziate le opere di pulizia del sito. Intanto si completeranno i finanziamenti, l'obiettivo è avviare i cantieri per fine aprile, inizio maggio del 2018, quindi la prossima Primavera. I tempi di realizzazione sono tra i 26 e i 28 mesi quindi per la stagione 2020/21".

CHIEVO-ROMA - "Ogni singolo successo dobbiamo viverlo con soddisfazione ma dimenticarlo rapidamente. E' un processo di crescita e non può essere interrotto".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)