Breaking News
  • Italia, Bergomi accusa i giocatori: "Si sono presi gli alibi"
© Getty Images

Italia, Bergomi accusa i giocatori: "Si sono presi gli alibi"

L'ex difensore dell'Inter analizza la disfatta della Nazionale

ITALIA BERGOMI / Ventura sul banco degli imputati ma Beppe Bergomi va controcorrente e prova ad analizzare anche le colpe dei calciatori dopo la disfatta dell'Italia contro la Svezia. Parlando a 'Radio 24', il campione del mondo dell''82 spiega: "Dobbiamo partire dalla riunione fatta dai giocatori, io penso, perché essendo stato io giocatore, se tu fai una riunione senza l'allenatore vuol dire che ti vuoi parare tu qualcosa. Non ci sono critiche verso i calciatori: perché non tocchiamo anche loro? Da lì cos'è successo? L'anello debole è diventato l'allenatore, i giocatori si son presi degli alibi. Bisognava avere a quel punto lì il coraggio di cambiare l'allenatore".

Poi l'attuale opinionista Sky parla di Tavecchio: "Le idee ce le ha anche avute: voleva fare la A a 18 squadre, 20 in B e due gironi di C, ma non glieli fanno fare. A questo punto credo che capirà che è difficile rimanere. Indipendentemente dall'età, secondo me, qualcosa di buono aveva fatto o aveva nelle idee di poter fare".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)