Breaking News
  • Italia, via Ventura: si cambia con Allegri, Conte, Ancelotti o Mancini
© Getty Images

Italia, via Ventura: si cambia con Allegri, Conte, Ancelotti o Mancini

Ecco in che modo giocherebbe la Nazionale con questi quattro allenatori

ITALIA FUORI DAI MONDIALI/ Risveglio traumatico dopo Italia-Svezia, la partita che ha negato alla nostra Nazionale di qualificarsi ai Mondiali per la prima volta dopo quasi 60 anni. Una disfatta storica che provocherà un vero e proprio terremoto nel calcio italiano. C'è bisogno di rifondare per far ripartire un movimento fermo ormai dalla Coppa del Mondo vinta in Germania nel 2006 sotto la guida di Marcello Lippi. A capo della FIGC, salvo clamorosi colpi di scena, dovrebbe restare Carlo Tavecchio, ma l'addio di Giampiero Ventura sembra quasi scontato. Tanti gli allenatori accostati alla panchina azzurra. Dal sogno  Ancelotti alla suggestione Conte, passando per Mancini e Allegri: ecco come giocherebbe la nuova Italia.

L'ITALIA DI CARLO ANCELOTTI

Quello di Carlo Ancelotti è il nome più gettonato nelle ultime ore. L'ex tecnico del Milan è libero dopo l'esonero dal Bayern Monaco e sarebbe il profilo ideale per dare una svolta in termini di immagine e di pedigree. Un tecnico vincente che è riuscito ad alzare trofei ovunque e gode di grande considerazione in campo internazionale. Previsti contatti tra l'Italia e Ancelotti nelle prossime ore, ma come giocherebbe la sua Nazionale? Il modulo appare scontato: il classico 'Albero di Natale' che ha fatto le sue fortune dal Milan in poi. Oltre a Donnarumma, l'erede designato di Buffon, a centrocampo spazio per Verratti, suo pupillo dai tempi del Paris Saint-Germain. In avanti, Insigne ed El Shaarawy dietro al 'Gallo' Belotti.

4-3-2-1: Donnarumma; Conti, Romagnoli, Bonucci, Darmian; Pellegrini, Jorginho, Verratti; Insigne, El Shaarawy; Belotti.

L'ITALIA DI ROBERTO MANCINI

Tra i candidati a sostituire Giampiero Ventura sulla panchina dell'Italia, c'è Roberto Mancini. L'attuale tecnico dello Zenit ha sempre manifestato il sogno di poter allenare la Nazionale. Un'ipotesi difficile al momento ma non per questo da scartare a priori. Se fosse lui a guidare l'Italia, giocherebbe con un 4-2-3-1. In carriera il 'Mancio' ha lanciato tanti giovani e farebbe lo stesso anche in azzurro. Spazio a Caldara, Rugani, Chiesa. E Balotelli? Con Mancini potrebbe esserci anche un suo clamoroso ritorno in Nazionale.

4-2-3-1: Donnarumma; Conti, Rugani, Caldara, Spinazzola; Gagliardini, Verratti; Chiesa, Insigne, Balotelli; Belotti.

L'ITALIA DI ANTONIO CONTE

Il sogno di milioni di italiani ha un nome e cognome: Antonio Conte. Con lui la Nazionale ha ritrovato fiducia e grinta nell'Europeo 2016 che ha preceduto l'avvento di Giampiero Ventura. Al Chelsea le cose non stanno procedendo nel migliore dei modi e un suo ritorno sulla panchina azzurra sarebbe accolto positivamente da tutti gli addetti ai lavori. Come successo nel bienno 2014-2016, si giocherebbe con il classico 3-5-2 che gli ha permesso di vincere tre scudetti consecutivi alla Juventus e di imporsi anche in Premier League.

3-5-2: Donnarumma; Rugani, Bonucci, Caldara; Florenzi, Pellegrini, Jorginho, Verratti, Spinazzola; Immobile, Belotti.

L'ITALIA DI MASSIMILIANO ALLEGRI

Al pari di Antonio Conte, anche Massimiliano Allegri è un nome gettonatissimo tra il popolo azzurro. Il tecnico della Juventus è un profilo di altissimo livello, capace di valorizzare al meglio il materiale umano a sua disposizione. In tempi non sospetti ha manifestato il sogno di guidare la Nazionale tra qualche anno. Al momento resta una suggestione, ma la Federazione potrebbe affidarsi a Di Biagio come traghettatore per poi puntare su Allegri a fine stagione. Se così fosse, la sua Italia andrebbe in campo con un 4-3-3 molto duttile. Possibile l'esclusione di Leonardo Bonucci visto il traumatico divorzio che si è consumato in estate con l'addio del difensore dalla Juventus e il conseguente approdo al Milan.

4-3-3: Donnarumma; De Sciglio, Caldara, Rugani, Darmian; Pellegrini, Jorginho, Verratti; El Shaarawy, Belotti, Insigne.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)