Breaking News
  • Serie A, scontri al vertice verso un sabato da leoni
© Getty Images

Serie A, scontri al vertice verso un sabato da leoni

Al via il countdown verso i due big match Juventus-Lazio e Roma-Napoli

SERIE A / Concluso il capitolo nazionali, inizia il countdown per una nuova giornata di campionato che regalerà senza dubbio grandi emozioni. Si comincia sabato con una doppio scontro al vertice in Serie A: le squadre romane affrontano le prima della classe, Napoli e Juventus. La Lazio di Inzaghi andrà all'Allianz Stadium per cercare di vincere il tabù che la vede perdente a Torino dal 15 dicembre 2002 e per dimostrare che la vittoria di Supercoppa non è stata solo frutto del caso o della buona sorte. Classifica alla mano salta all'occhio come il gap tra le due squadre si stia assottigliando.

Se da una parte c'è una squadra, la Juventus, costruita sul calciomercato con grandi campioni che vince ma non convince ancora alla ricerca del giusto equilibro, dall'altra c'è una Lazio che cresce sempre di più, mostrando trame di gioco più fluide. Allegri e i suoi dal canto loro però cercheranno una "mini rivincita" ( come l'ha definita ieri Sturaro ai microfoni di 'Skysport') per non perdere punti importanti in chiave scudetto, e rincorsa al Napoli.

Juve e Lazio dovranno fare a meno di molti giocatori causa infortuni ma si affideranno ai primi due della classifica marcatori, Dybala e Immobile, per tentare di portare a casa un ottimo risultato. Nonostante la prestazione poco convincente di Ciro con l'Italia e le panchine di Paulo nei due scontri dell'Albiceleste, entrambi sono un punto fermo delle rispettive squadre. Fino ad ora si sono sfidati solo a distanza a suon di gol (10 per l'argentino, 9 per il centravanti italiano) e di tiri nello specchio della porta (20 per il primo, 22 il secondo) e chissà sabato, uno contro l'altro, chi avrà la meglio e chi aggiungerà un tassello importante alla classifica marcatori.

Roma-Napoli, numeri e tattica: parte il countdown

Sull'altra sponda romanista invece i giallorossi ospiteranno il Napoli capolista. Questa partita dirà molto di entrambe le squadre. La Roma, sempre alta in classifica negli ultimi anni, deve continuare a dimostrare le sue qualità soprattutto dopo il cambio di allenatore, e provare a vincere contro un arrembante Napoli, per non veder scappare via le dirette avversarie per la lotta scudetto. Di Francesco spera di battere Sarri non soltanto facendo uso di una buona difesa che quest'anno in casa ha subito solo 4 gol ma anche con un possibile cambio modulo (dal 4-3-3 ad un probabile 4-2-3-1) che rende più offensiva la sua squadra, spostando in avanti Nainggolan affiancato da un rinato Florenzi, post infortunio e dal solito Perotti.

Il Napoli ancora imbattuto è chiamato quindi a fare un partita perfetta per mantenere la sua posizione solitaria in classifica. L'allenatore partenopeo può usufruire quest'anno del miglior Napoli di sempre. E' riuscito a trovare dopo due anni l'assetto vincente sbagliando molto poco da quest'inizio di campionato. Ha dato velocità e raccordo tra centrocampo e attacco e con quei tre davanti, Insigne, Mertens, Callejon non solo ha la media gol più alta ma anche il maggior numero di assist vincenti, e non, di tutto il campionato. Con una squadra così è giusto che tutti i tifosi del Napoli bramino quel sogno che si chiama scudetto. Già sabato sera quindi si saprà molto su quale sarà l'andamento di questa Serie A e Inter e Milan, dopo essere stati spettatori, dovranno dimostrare domenica sera di non essere da meno dando spettacolo in un derby meneghino importante in chiave di punti per la classifica.

Giulia Giroldini
 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)