Breaking News
  • Roma, Perotti: "Monchi ti consiglio un'ala. Napoli meglio della Juve"
© Getty Images

Roma, Perotti: "Monchi ti consiglio un'ala. Napoli meglio della Juve"

L'esterno argentino è pronto a tornare in campo dopo il problema al bicipite femorale

ROMA PEROTTI SERIE A NAPOLI / Diego Perotti è alla caccia del primo gol stagionale. L'argentino è pronto a tornare in campo dopo aver smaltito un problema al bicipite femorale, giusto in tempo per prendere parte al big match tra la Roma e il Napoli: "Per fortuna ho superato un infortunio da poco, ho perso le gare con Qarabag e Milan, ma questa sosta è arrivata al momento giusto per recuperare al meglio. Sono tornato ad allenarmi da alcuni giorni e quindi sono a disposizione del mister", ha spiegato all'interno del 'Match Program' pubblicato sul sito del club giallorosso. Queste i passaggi principali selezionati da Calciomercato.it.

Roma, Perotti: "Il Napoli non è imbattibile. Rigori? Nessuna paura, tiro io!"

MOMENTO - "A livello di gioco penso di aver iniziato bene. Non va bene non aver fatto nessun gol e aver anche sbagliato un rigore. Mi ha fatto molto arrabbiare. Fisicamente sto bene, mi sono allenato in vacanza prima di partire per il ritiro, e penso che mi sia stato molto utile".

RIGORI - "Chi lo tira il prossimo? Lo tiro io. Sono ancora capace di fare gol dal dischetto. Ci sta di sbagliare, non avrei voluto, mi auguravo di finire la carriera senza errori. Se dovevo proprio sbagliarne uno meglio sul 3-0. Se il mister non ha cambiato idea… i rigori li tiro io".

NAPOLI - "Il Napoli mi è piaciuto tanto anche l’anno scorso. Giocano come pochi al mondo, anche se non sono imbattibili. Oggi per me è più forte della Juve, almeno per il gioco che fanno. Sta facendo bene, ma noi proveremo a 'fargli male' qui a Roma".

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI - "Thauvin può essere il dopo Salah? Ha avuto una parentesi difficile in Inghilterra, ma ha fatto un grandissimo campionato con il Marsiglia quest’anno. La Roma deve comprarlo. Io però dirò a Monchi di comprare Mbappè (ride, ndr). Lucas? Credo che a Parigi non lo vogliano più e lui deve andare via per giocare. Tutte le grandi partite della scorsa stagione le ha saltate".

TOTTI - "All’addio ho pianto. Per tutti è stata la fine di un'era. Quando giochi più di 25 anni in una squadra è impensabile non poterlo vedere più. Ruolo? Francesco ha una missione. Lui deve trasmettere l’amore che ha per la Roma a tutti i giocatori che arrivano. Il suo ultimo assist? Il gol contro il Genoa è stato il più importante della mia carriera, la gioia più grande che abbia vissuto con questa maglia. Una momento unico per me. Ho già vinto la Coppa del Rey con il Siviglia, però la sensazione di vedere la felicità dei miei compagni e di tutti i tifosi per un mio gol non la avevo mai provata. Quel giorno nessuno lo potrà mai dimenticare, l’ultima partita di Francesco. È stato un gol che rimarrà dentro di me per sempre. Abbiamo conquistato l'accesso alla Champions League, un risultato molto importante per me e per la società".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)