Breaking News

VIDEO CM.IT - ESCLUSIVO Whittle: "Serie A migliora. Scudetto per 4"

Il noto telecronista analizza il calcio Italiano a 360 gradi

ESCLUSIVO RICHARD WHITTLE SERIE A /Calciomercato.it ha realizzato un intervista esclusiva con il noto giornalista e telecronista di Infront Sports & Media AG Richard Whittle. Ossia colui che ha coniato la famosa frase 'The King of Rome is not dead!' quando la leggenda della Roma Francesco Totti ha siglato uno dei suoi ultimi gol in maglia giallorossa. Whittle è sicuro che il calcio Italiano è sulla strada giusta per tornare ad essere un prodotto attraente: "Credo proprio che la Serie A debba dimostrare al mondo di essere un campionato divertente ed eccitante. Questa è una cosa di primaria importanza. Guardiamo a quello che succede nella Premier League. Loro riescono a vendere un prodotto interessante e coinvolgente con stadi pieni e gioiosi. Questo è quello che è mancato alla Serie A, non si è sempre riuscito a creare un prodotto di un alto valore di intrattenimento. Prima i club pensavano in maniera un po' conservativa, sperando di non perdere e magari prendere un punto per muovere la classifica. Ora la situazione è differente. Anche la scorsa stagione abbiamo notato un cambiamento. Il numero dei gol è drasticamente aumentato".

ll Napoli è uno di quei teams che lo fanno divertire. Il gioco di Sarri è coinvolgente e sta diventando famoso a livello globale: "Il Napoli in cima alla classifica è decisamente una cosa eccitante, una boccata di aria fresca per il campionato Italiano. Sarà estremamente interessante vederli giocare contro il Manchester City. Anche le prestazioni di Roma e Juventus in Champions League sono confortanti. La Roma ha fermato un top club come l’Atletico Madrid nella prima giornata mentre i Bianconeri hanno un super Dybala che ha già siglato 10 gol e speriamo tutti di vederne molti di più".

La rinascita del calcio Italiano deve per forza passare per la crescita di giovani talenti che possano fare la differenza. In particolare, alcuni di loro stanno già dimostrando le loro qualità."Parlando dei giovani che stanno giocando nella Serie A, possiamo decisamente menzionare Pellegri che sembra un bomber stile Bobo Vieri. Mi piace anche Kean che sta facendo esperienza a Verona. Questo è un giocatore di 17 anni dalle grandi possibilità e di proprietà della Juventus. Nicola Barella del Cagliari ha appena compiuto 21 anni ed è un piccolo centrocampista di sicuro valore che la Roma sta seguendo molto da vicino. Poi ci sono Pellegrini, un talento di 20 anni che stiamo vedendo con i giallorossi. Gagliardini è un’altro talento…insomma ci sono svariati giovani giocatori che fanno ben sperare per il presente e futuro della Serie A".

Indubbiamente il sistema calcio del ‘Bel Paese’ sta migliorando ma la crescita è ancora lunga. Richard Whittle crede che tante cose debbano ancora accadere prima di dire che si è tornati al vertice. "Certamente ci sono ancora dei problemi da risolvere nel calcio Italiano. Mi riferisco ai team di bassa classifica che non hanno iniziato con il piede giusto questa stagione. Tuttavia, dobbiamo ammettere che è estremamente difficile sopravvivere in Serie A. Il Benevento non ha ancora vinto ma ha dovuto affrontare il Napoli e la Roma che sono squadre fuori portata per loro. La Spal sta faticando ma comunque è interessante vedere che i tifosi stanno tornando allo stadio. Questa sarà la settimana dei tre grandi matches. Juventus-Lazio, Roma-Napoli ed il derby di Milano. Queste sono le partite che gli amanti del calcio di tutto il mondo vogliono vedere e che incrementano la visibilità del calcio italiano. Quindi la situazione generale sta migliorando ma c'è ancora molto da fare. Mi riferisco agli stadi".

Tutti gli esperti del settore concordano che la costruzione di nuovi stadi è un elemento fondamentale per raggiungere traguardi ambiziosi. Whittle è dello stesso parere."Pensare a club come il Napoli e la Roma con nuovi stadi da 50000 posti e senza pista d’atletica sarebbe meraviglioso. Per ora sappiamo che solo pochi teams possono sfruttare un nuovo stadio, la Juventus, il Sassuolo e l’Udinese. Sappiamo anche che la burocrazia italiana ha delle problematiche. I tifosi sono una parte integrante di questo sport. Pensiamo che la Curva Sud della Roma è tornata da poco allo stadio ed anche i giocatori hanno detto che l’ambiente è totalmente differente".

Il prodotto calcio migliora soprattutto se la qualità del gioco diventa migliore. Indubbiamente, squadre solide e rocciose posso arrivare all’obiettivo finale ed alzare trofei, ma per avere un ritorno in termini di visibilità bisogna fare di più, giocare al calcio in maniera spettacolare."Ricordo una recente intervista di Massimiliano Allegri che ha dichiarato che l’unica cosa che conta è vincere. Dico che questa è la filosofia della Juventus ma per esempio non del Napoli che punta ad un gioco piacevole e divertente. L’intrattenimento è un fattore importante dello sport e c'è possibilità di intrattenere il pubblico vincendo trofei. Comunque è difficile capire quale club potrà ottenere la vittoria finale perché siamo solo ad Ottobre".

Whittle: "La Serie A è competitiva. Lo Scudetto se lo giocano in quattro"

Ora sembra essere troppo presto per capire quale team potrà cucirsi lo Scudetto sul petto. Siamo solo ad Ottobre e troppe cose possono ancora succedere. Richard Whittle conferma che il Napoli è probabilmente la maggior candidata a recitare un ruolo primario in questa stagione. Tuttavia, Eusebio Di Francesco e Luciano Spalletti stanno già facendo un ottimo lavoro per i loro clubs e si potrebbero inserire nella corsa al titolo."Analizzando la situazione dei vari clubs posso dire che il Napoli è una squadra che ha i giocatori per competere. Maurizio Sarri ha mantenuto il gruppo della passata stagione e può essere un vantaggio. Tuttavia, se dovessero avere alcuni infortuni potrebbero soffrire, specialmente nel settore difensivo. Sarà bellissimo vedere il big match tra Napoli e Roma e successivamente anche quello di Champions League contro il Manchester City per capire le reali possibilità di vittoria della squadra di Sarri. Comunque posso dire di essere sicuro che loro saranno nella parte alta della classifica in questa stagione, ma come detto in precedenza, è ancora troppo presto per tirare conclusioni. 

In riferimento alla Roma direi che Eusebio Di Francesco ha avuto bisogno di un po' di tempo per introdurre la sua filosofia di gioco ma lo sta facendo bene ora. Ha anche dimostrato di saper cambiare quando necessario. Contro l’Atletico Madrid ha anche fatto una difesa a 5 quando la squadra soffriva per cause fisiche. Ora però la condizione sta migliorando ed il gioco sembra fluido. Contro il Milan ha cambiato di nuovo stile di gioco. Quando ha visto che c’era un gap per far giocare Nainggolan più vicino a Dzeko lo ha avanzato e la squadra ha giocato in maniera migliore. Poi ci sono gli infortunati. Il grande acquisto Schick che potrebbe rimanere fuori per un altro mese. Mi ha colpito specialmente la retroguardia giallorossa. Una linea difensiva molto solida con Fazio, Juan Jesus, e Manolas che stanno giocando bene. Alisson è una bellissima sorpresa. Credo veramente che la Roma possa rimanere in alto in classifica, diciamo nelle prime tre posizioni. 

Il Milan ha speso 230 milioni di euro questa estate e sono partiti bene in Europa League. Ma negli scorse due partite sono iniziati i problemi. Il match con Lazio ha dimostrato che la squadra di Montella ha sofferto parecchio, specialmente giocando con uno stile non comune, con le due ali in difesa. Anche contro la Sampdoria non hanno giocato bene. Probabilmente quella è stata la loro peggiore performance della stagione. Con la Roma ci sono stati lievi miglioramenti ma la squadra di Montella non è riuscita mai ad essere veramente pericolosa. Ci sono dei giocatori che mi piacciono molto, uno di questi è Silva. Se Bonucci riuscirà a creare una buona sinergia anche con Biglia allora le cose potrebbero andare meglio. Ma questa settimana c'è una partita di vitale importanza, il derby. Questa partita potrebbe innalzare le ambizioni del club o buttarli giù ancor di più. 

Affronteranno una squadra tosta, Spalletti ha già dato una sua impronta di gioco. L’Inter sembra esprimere un gioco fluido e sostanzioso ma le squadre di Spalletti hanno sempre un problema, la mancanza di finalizzare azioni sotto porta. Quando non riesci a concretizzare le azioni, a volte perdi fiducia e potresti pagarne le conseguenze. Comunque credo che l’Inter abbia i giocatori giusti per creare danni alla difesa milanista. Alcuni dei nuovi giocatori stanno facendo già bene, come Borja Valero che sembra avere le caratteristiche giuste per gestire il centrocampo. Poi c'è Icardi che ha già segnato 6 goals. 

La Lazio è una squadra estremamente compatta e ben pensata. Un team fisico soprattutto nel centrocampo. Inzaghi ha insegnato al suo gruppo a non concedere spazi e contrattaccare prontamente. Il loro problema credo sia nella lunghezza della rosa. Abbiamo visto quello che è successo contro il Napoli. Quando hanno subito alcuni infortuni sono passati da una situazione di vantaggio all’1-4 per gli avversari. Ora dovranno affrontare un importantissimo match a casa della Juventus dove di solito non fanno molto bene. Non si può dire come possa evolversi la stagione della Lazio. Credo che Napoli, Roma ed Inter saranno le compagini che proveranno a sconfiggere la Juve. 

Parlando di Juventus posso dire che aver perso un calciatore di livello mondiale come Bonucci può creare delle problematiche. Allegri ha bisogno di tempo per ristabilire gli equilibri dietro. Tuttavia, quando analizziamo il reparto offensivo notiamo che c'è un immenso talento. Probabilmente, Higuain non è ancora in forma ma siamo solo ad Ottobre. I Bianconeri sono stati estremamente astuti sul mercato inserendo in rosa svariati giocatori di talento. Direi che la Juventus è ancora favorita anche se hanno perso un pochino di solidità nel reparto difensivo. Forse potrebbero decidere di giocare una calcio un po' più attraente come quello del Napoli. 

L’Atalanta continua a stupire. Gasperini ha perso molti giocatori importanti questa estate, ma è riuscito a sostituire un giocatore come Kessie. Proveranno a fare una buona avventura in Europa League e successivamente in campionato a riqualificarsi per la competizione Europea. Il Torino gioca un calcio coinvolgente ed arioso con un super Belotti, anche se adesso lui è infortunato. Anche la Fiorentina gioca un bel calcio estremamente piacevole da guardare con tanti giocatori giovani. Chiesa è un talento eccellente ed ha solo 19 anni".

La FIGC sta cercando di risistemare le cose, eventualmente rivedendo il numero delle squadre impegnate nei vari campionati per fornire un prodotto migliore. Anche in questo campo ci sono parecchie cose che devono essere sistemate. Richard Whittle si sofferma anche sull’importanza delle televisioni e sulla visibilità dei matches nel mondo."Direi che ci sono molti segnali positivi per il calcio Italiano. Più tifosi allo stadio, più intrattenimento, un calcio più offensivo e goals spettacolari. In questi giorni si sta anche parlando molto di un possibile cambio del numero di clubs nella Serie A, da 20 a 18. Ti dico la verità, io sono un commentatore e spero che questo non accada perché almeno posso lavorare un po' di più. In riferimento alle televisioni ed agli orari nei quali giocare le partite per fornire un prodotto di qualità e visibile anche in Cina o negli Stati Uniti, bisognerebbe rivedere un po' gli orari delle partite. Per esempio, un big match come Roma-Napoli alle ore 12 è visibile nel mondo e si potrebbe giocare a quell’ora sia il Sabato che la Domenica. Cosa diversa se la partita viene spostata alle 18. Quando gli orari delle partite saranno organizzati perfettamente allora andrà tutto ancora meglio. Comunque al momento abbiamo una stagione estremamente eccitante di fronte".

Tutto sommato il ritorno al vertice di vari team e le spese di nuovi investitori stanno dando quella spinta necessaria al calcio Italiano per tornare ai vertici a livello mondiale. Ora bisogna vedere se la competitività locale possa cambiare anche l’esito finale della maggiore competizione per club Italiana. "Coloro che sono neutrali certamente sperano che la Juventus interrompa la sua egemonia in Serie A, ma anche se dovessero vincere di nuovo avremmo dietro squadre spettacolari come Napoli, Roma ed Inter che spingono per fare sempre meglio".

Articoli Correlati

Video  
VIDEO CM.IT - Juve, tutto su Gimenez. Inter-Diaz, ma...
VIDEO CM.IT - Juve, tutto su Gimenez. Inter-Diaz, ma...
Appuntamento tradizionale con le news di Calciomercato.it
Video   Atalanta  
VIDEO - Focus CM.IT, la scalata di Gomez: si è preso anche l'Argentina
VIDEO - Focus CM.IT, la scalata di Gomez: si è preso anche l'Argentina
Ha resistito alla corte delle big e ora trascina l'Euro-Atalanta
Video  
VIDEO CM.IT - Il Barcellona chiama la Serie A. Maretta Chelsea
VIDEO CM.IT - Il Barcellona chiama la Serie A. Maretta Chelsea
Appuntamento tradizionale con le news di Calciomercato.it
Video  
VIDEO CM.IT - Inter, Özil ha scelto. Conte un po' più milanista
VIDEO CM.IT - Inter, Özil ha scelto. Conte un po' più milanista
Tradizionale appuntamento con le news della redazione di Calciomercato.it
Video  
VIDEO CM.IT - Serie A, parte il valzer delle punte. Inter al bivio
VIDEO CM.IT - Serie A, parte il valzer delle punte. Inter al bivio
Appuntamento tradizionale con le news di Calciomercato.it
Video  
VIDEO CM.IT - Ribery, che occasione. Lima, non solo Milan e Inter
VIDEO CM.IT - Ribery, che occasione. Lima, non solo Milan e Inter
Consueto appuntamento con le news della redazione di Calciomercato.it