Breaking News
  • PAGELLE E TABELLINO DI CROTONE-INTER: Skriniar decisivo
© Getty Images

PAGELLE E TABELLINO DI CROTONE-INTER: Skriniar decisivo

Il difensore trova il primo gol in nerazzurro, che regala la vittoria a Crotone. A chiuderla ci pensa il solito Perisic

PAGELLE E TABELLINO DI CROTONE-INTER PROMOSSI EBOCCIATI – Brutta gara dell’Inter a Crotone sul piano del gioco, ma risultato felice. Skriniar non perde un contrasto in difesa con Budimir, e inoltre regala il gol che sblocca il risultato a pochi minuti dal termine. Perisic la chiude in pieno recupero, ed appare il più in palla del trio d’attacco, oggi un po’ spento nel suo complesso. Bene il Crotone per gran parte della gara: ai ragazzi di Nicola manca la lucidità sotto porta.

 

CROTONE

Cordaz 6 – Non compie miracoli, e questa è già una notizia per uno come lui. Però è sempre attento e puntuale su uscite che si rivelano decisive. Skriniar però riesce a beffarlo a pochi minuti dal termine con un tiro imprendibile dall’interno dell’area. Incolpevole anche su Perisic.

Sampirisi 6 – Poche discese per lui, impegnato com’è a tenere a bada Candreva. Riuscendoci però.

Ajeti 6,5 – Gioca una partita da mastino, aggredendo Icardi con un buon senso dell’anticipo e senza mai commettere errori. Costretto ad uscire per infortunio. Dal 66’ Cabrera 6 – Non sfigura, anche se non gioca la bella partita di Ajeti, che era in giornata di grazia.

Ceccherini 6  - Contiene le scorribande dei portatori di palla nerazzurri, ma soprattutto limita Icardi con la collaborazione di Ajeti. Dall’84’ Tumminello s.v.

Martella 6 – Non spinge molto, ma si stringe parecchio dando man forte ai due centrali. Pericoloso da calcio di punizione in una circostanza.

Rohden 6,5 – Ci mette grinta e lucidità nella zona nevralgica del campo, e sfiora il gol con un colpo di testa ravvicinato su cui all’Inter serve un miracolo di Handanovic per non capitolare. Dal 72’ Faraoni 5,5 – Non offre grandi spunti senza palla, limitandosi alla fase difensiva.

Mandragora 6 – Fa legna a centrocampo senza commettere errori, anche se rischia qualcosa con un contatto in area rossoblù con Gagliardini.

Barberis 5,5 – Regala un contropiede pericolosissimo all’Inter, quando Valero gli ruba palla in fase d’impostazione nel primo tempo. L’errore è grave, ma col prosieguo dei minuti si riprende.

Stoian 5,5 – Poche invenzioni per supportare il duo d’attacco, ma il cross che favorisce il pericolosissimo colpo di testa di Rohden è molto bello.

Tonev 5 – Ci prova a rendersi pericoloso, anche provando a suggerire qualche palla a Budimir, ma la precisione oggi non è il suo forte. Handanovic in uscita lo ipnotizza al 52’.

Budimir 5 – Lotta e fa a sportellate, soprattutto con Skriniar che non si tira indietro. E spesso ha la meglio.

All. Nicola 6 – Un buon Crotone per gran parte della partita, che gioca con personalità e copre bene il campo. A fare la differenza sono stati i singoli.

 

INTER

Handanovic 7 – Provvidenziale in uscita su Tonev, che gli tira addosso e guadagna solo un corner ad inizio ripresa. Ha del miracoloso invece il suo intervento, d’istinto, sul colpo di testa ravvicinato di Rohden.

D’Ambrosio 6 – Meglio nel primo tempo, quando prova a solcare la fascia destra. Nel secondo si spegne un po’, prima di uscire a causa dei crampi nel finale. Dall’85’ Ranocchia s.v.

Miranda 5 – Va in difficoltà in due circostanze nella prima frazione, e in una ci rimette anche un giusto giallo. Tonev lo brucia nei primi minuti della ripresa e si presenta davanti ad Handanovic.

Skriniar 7 – Budimir è un cliente difficile sotto l’aspetto fisico, ma lui vince tutti i duelli. Trova il primo gol in maglia nerazzurra dopo la traversa colpita contro la Spal, ed è una rete pesantissima.

Dalbert 5,5 – Qualche errore di troppo, sia in fase di appoggio che nei cross. Deve ancora inserirsi al meglio negli schemi di gioco di Spalletti. Dal 65’ Nagatomo 6 – Entra bene in partita, proponendosi spesso in sovrapposizione dalle parti di Perisic.

Gagliardini 5 – Brutta prestazione la sua, fra errori in fase di impostazione e interventi che non sempre centrano il pallone. Sembra un po’ frastornato. Dal 56’ Vecino 6 – Meglio dell’ex atalantino, anche se non è molto intraprendente nelle giocate. Compitino per lui.

Borja Valero 6 – Ruba una gran palla a Barberis, dando il via al magistrale contropiede che porta Joao Mario a tu per tu con Cordaz nel primo tempo. Gioca con lucidità, anche se pressato talvolta va in difficoltà.

Candreva 5 – Prova a mettere nel mezzo tantissimi palloni, ma quelli realmente pericolosi non ci sono. Punta sempre l’uomo e prova l’affondo, ma molte volte deve accontentarsi della rimessa laterale.

Joao Mario 5,5 – Si divora il gol del possibile vantaggio, sfiorando il palo con Cordaz in uscita su magistrale contropiede nerazzurro. E sulla trequarti non gli riesce quasi nulla. Nel finale partecipa all'azione del raddoppio di Perisic. 

Perisic 6,5 – Nel primo tempo serve a Joao Mario un gran pallone che il portoghese però manda di poco a lato a tu per tu con Cordaz. Il più frizzante del trio d’attacco, raddoppia in pieno recupero.

Icardi 5 – Imbrigliato da Ajeti e Ceccherini, non è mai pericoloso. I palloni giocabili sono pochi, ma lui ne mantiene pochi.

All. Spalletti 6 – Il merito della sua Inter è quello di non mollare mai, ma sul piano del gioco ancora qualcosa non va. Apparso poco fluido all’Ezio Scida di Crotone.

 

Arbitro: Banti 6 – Proteste al minuto 50, quando Gagliardini cade in area di rigore rossoblù dopo un contatto con Mandragora, ma la decisione di lasciare correre è corretta. Buono nel complesso il suo arbitraggio.

 

TABELLINO

Crotone-Inter 0-2

Crotone (4-4-2): Cordaz; Sampirisi, Ajeti (dal 66’ Cabrera), Ceccherini (dall’84’ Tumminello), Martella; Rohden (dal 72’ Faraoni), Mandragora, Barberis, Stoian; Tonev, Budimir. A disp.: Festa, Viscovo, Aristoteles, Kragl, Izco, Pavlovic, Trotta, Simic, Crociata. All. Nicola.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio (dall’85’ Ranocchia), Miranda, Skriniar, Dalbert (dal 65’ Nagatomo); Gagliardini (dal 56’ Vecino), Borja Valero; Candreva, Joao Mario, Perisic; Icardi. A disp.: Padelli, Berni, Karamoh, Eder, Brozovic, Pinamonti, Vanheusden. All. Spalletti.

Marcatori: 82’ Skriniar (I), 93’ Perisic (I)

Arbitro: Luca Banti (Sez. di Livorno)

Ammoniti: 40’ Miranda (I), 83’ Cordaz (C), 91’ Candreva (I)

Espulsi:

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)