Breaking News
  • Chievo-Roma, Spalletti: "Juve merita Scudetto. Totti l'ho penalizzato"
© Getty Images

Chievo-Roma, Spalletti: "Juve merita Scudetto. Totti l'ho penalizzato"

Le parole del tecnico giallorosso alla vigilia del match del 'Bentegodi'

CHIEVO ROMA SPALLETTI / Domani (ore 18) al 'Bentegodi' la Roma andrà a caccia della terza vittoria consecutiva. Dopo Milan e Juventus, i giallorossi sono obbligati a battere la squadra di Maran - nel match valido per la 37esima e penultima giornata del campionato di Serie A - per continuare ad avere in pugno il secondo posto, sperando magari in un passo falso di Higuain e compagni nel match casalingo contro il Crotone, pienamente in corsa per la salvezza, per tenere vivo le residue speranze Scudetto. Per le news Roma alla vigilia del match coi clivensi parla in conferenza stampa mister Luciano Spalletti. Ecco le sue parole riportate per Voi da Calciomercato.it:

JUVE MERITA SCUDETTO - "Non c'è il rischio di cali di concentrazione, ma il rischio di trovare una squadra forte che quest'anno ha già messo in difficoltà squadre importanti. Mancano ancora due partite da vincere per arrivare davanti al Napoli. Ci credete allo Scudetto? Contro Chievo e Genoa rigiochiamo le partite col Porto, secondo me il campionato lo vincerà giustamente la Juventus che si è fatta sempre trovare pronta in tutte le partite. Merita il titolo, ma per un eventuale miracolo noi dobbiamo anzitutto vincere queste due partite. A cosa rinuncerei per vittoria in campionato? Questa domanda prova a farmela fra una settimana..."

CHAMPIONS - "Adesso abbiamo la possibilità di tornare a giocare la Champions League, possibilità che non dobbiamo lasciarci scappare".

TOTTI - Francesco è il giocatore più importante, è una leggenda, il simbolo della nostra squadra. Però, come ho sempre detto, io debbo trattarlo come un giocatore che fa parte di una squadra. Qualche volta l'ho penalizzato, ma io faccio le scelte ragionando per il bene della squadra".

DZEKO - "Edin è disponibile per la gara di domani".

ROMA AMBITA - "Tanti allenatori vengono a vedere la Roma e sono accostati alla panchina giallorossa? Se loro vengono per prendermi il posto mi fa piacere, io devo essere più bravo di loro per mantenerlo. Il mercato è aperto e ognuno decide di programmare il futuro. Per quanto riguarda me e i miei giocatori, il programmare futuro dipende dalle vittorie della Roma".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)