Breaking News
  • Sacchi: "Scudetto, la Juve dovrebbe suicidarsi. Ecco cosa manca a Milan, Inter e Roma"
© Getty Images

Sacchi: "Scudetto, la Juve dovrebbe suicidarsi. Ecco cosa manca a Milan, Inter e Roma"

L'ec ct della Nazionale italiana ha parlato della corsa al titolo, negli ultimi 5 anni dominata dai bianconeri

SERIE A ARRIGO SACCHI SCUDETTO JUVENTUS ROMA MILAN  - News Serie A e Champions League.
Arrigo Sacchi, ex allenatore del Milan degli invincibili nonché ct della Nazionale italiana, ha analizzato il momento del calcio 'nostrano', tra ambizioni scudetto e il tentativo di tornare grandi anche nell'Europa che conta, anche grazie ad un calciomercato di altissimo profilo.

LA NON CORSA SCUDETTO - Da 5 stagioni, il massimo campionato di calcio italiano ha una padrona indiscussa: la Juventus.
Nessuna delle rivali sembra riuscire ad impensierire la 'Vecchia Signora', nonostante qualche caduta come quella di Genova
.
Sacchi prevede anche per questa annata, un epiologo a tinte bianconere: "Lo scivolone col Genoa dimostra che anche loro sono umani.
Comunque, quali sarebbero le antagoniste? La Juve viene da cinque titoli vinti, ha avuto infortuni.
Ha qualità individuali straordinarie e Allegri è un ottimo allenatore che conosce il calcio italiano, ma deve assemblare nuovi giocatori e ci vuole tempo.
Però la Juve è prima in classifica e ha un vantaggio enorme che viene anche dalla superiorità morale.
Ha storia e giocatori superprofessionisti.
Il club viene prima della squadra che viene prima del singolo.
Non vedo molte chance per le rivali.
Il Milan? Non si sa.
L’Inter? Non si conoscono i nuovi cinesi.
La Juve in questo momento non ha le rivali storiche.
La Roma gioca un bel calcio non è una rivale storica.
Ha vinto tre scudetti e la Juve una trentina.
E poi è una squadra allegra, come la città.
Si dibatte fra mille problematiche: ho letto che i giocatori sono andati dagli ultrà.
La Roma ha alti e bassi, non ha la determinazione feroce che serve per vincere.
Per perdere lo scudetto la Juve deve suicidarsi calcisticamente.
Certo, ora gli juventini hanno alzato l’asticella e pensano alla Champions, ma in Italia non hanno vere rivali
".

Scudetto, Sacchi: "La Juventus non ha rivali storiche, giusto concentrarsi sulla Champions ma giocare per vincere non basta"

ALLEGRI E MONTELLA - Il tecnico del momento e quello del futuro.
Arrigo Sacchi ha detto la sua su Massimiliano Allegri e Vincenzo Montella, due ottimi allenatori offerti dal panorama calcistico nazionale: "Allegri è un ottimo allenatore, ha tutto per diventare un grande, ma deve imparare a non accontentarsi.
In Europa praticano un calcio aperto: è quello che ti avvicina al successo.
Montella? Ottiene risultati che nessuno si aspettava, però deve fare meglio nella costruzione del gioco: Montella ha preso qualche schiaffo, ma deve essere propositivo come sempre è stato.
Così resta uno dei tanti: il Milan ha risultati ma non ha un’identità
".

AMBIZIONE CHAMPIONS LEAGUE - Dopo 5 scudetti, la Juventus ha deciso di concentrarsi sulla 'Coppa dalle grandi orecchie', trofeo che manca da troppo tempo a Torino.
L'ex trainer del Parma condivide la scelta ma ritiene sia giusto aggiustare il tiro: "E' giusto che i bianconeri puntino alla Champions.
Ma giocare per vincere non basta, serve uno stile meno speculativo.
Bisognerebbe affrancarsi da un’idea di calcio all’italiana che è ancora figlia di quella di cinquant’anni fa"
.

LA SORPRESA ATALANTA - Tra le note liete di questo campionato, merita una menzione d'onore l'Atalanta di Gian Piero Gasperini: "Produce un ottimo calcio italiano.
Ha una dirigenza competente, un gran settore giovanile.
Mi auguro che l’Atalanta abbia successo, però un anno non basta: Bonucci gioca a certi livelli da dieci anni.
Spero che capiti anche ai giovani dell’Atalanta, perché voglio bene al calcio italiano e mi auguro sempre che si riesca a superare il passato
".

F.S.

Articoli Correlati

In evidenza   Inter   Juventus
Juventus, Moggi: "Calciopoli? Non è cambiato nulla. Inter sempre a 15 punti"
In evidenza   Inter  
Fiorentina-Inter, Mancini: "Resto? Se non mi mandano via..."
Fiorentina-Inter, Mancini: "Resto? Se non mi mandano via..."
Calciomercato.it vi offre le dichiarazioni dell'allenatore nerazzurro
In evidenza   Inter   Sampdoria
Serie A, le probabili formazioni della trentaseiesima giornata
Serie A, le probabili formazioni della trentaseiesima giornata
Ecco i possibili schieramenti riportati dagli inviati di Calciomercato.it
In evidenza   Inter   Roma
Fair Play Finanziario, UFFICIALE: ecco le sanzioni UEFA per Roma ed Inter
Fair Play Finanziario, UFFICIALE: ecco le sanzioni UEFA per Roma ed Inter
Stangata per i nerazzurri multati di 20 milioni di euro; 2 milioni invece per i giallorossi
In evidenza   Inter   Udinese
Serie A, le probabili formazioni della trentaduesima giornata
Serie A, le probabili formazioni della trentaduesima giornata
Ecco i possibili schieramenti riportati dagli inviati di Calciomercato.it
In evidenza   Inter   Udinese
Inter-Udinese, Mancini: "Icardi diventerà grande. Con Sylvinho enormi miglioramenti"
Inter-Udinese, Mancini: "Icardi diventerà grande. Con Sylvinho enormi miglioramenti"
Domani i nerazzurri ospiteranno i friulani guidati dall'ex Stramaccioni