Breaking News
© Getty Images

Calciomercato Napoli, Sarri non sa più vincere: Inter e Benfica partite-verità

Gli azzurri arrancano e fanno fatica, il tecnico nell'occhio del ciclone: le prossime due potrebbero aprire scenari imprevedibili

CALCIOMERCATO NAPOLI SARRI ERRORI CRISI / NAPOLI - Due mesi da incubo. Napoli-Sassuolo 1-1: i partenopei non vincono più, almeno non le sfide decisive. E' un momento davvero complicato per gli azzurri e per Maurizio Sarri, che da quando si è infortunato Milik sta avendo non poche difficoltà nel tener saldo il timone. In realtà anche da qualche giorno prima, visto che contro l'Atalanta il polacco era in campo e non riuscì a far male, in una gara che col senno di poi rappresentava un vero e proprio campanello d'allarme. Ora le voci nel coro dei detrattori crescono e la situazione rischia di complicarsi ulteriormente. Vediamo nel dettaglio il difficile momento del Napoli dopo lo stop con il Sassuolo fra critiche e 'strane' voci di corridoio. 

DUE MESI 'NERO-AZZURRI' - Dal 2 ottobre al 2 dicembre, da un nerazzurro all'altro, il quadro azzurro è più nero che mai. Contro l'Inter saranno esattamente due mesi che Sarri ha ceduto all'Atalanta, dando il via alla straordinaria cavalcata della banda Gasperini ma soprattutto a una crisi che all'epoca sembrava impensabile, col Napoli 'sexy' che aveva asfaltato il Benfica solo tre giorni prima. Poi la sosta per le Nazionali e quel maledetto crack di Milik, che ha creato una situazione molto complicata. In un mese (ottobre) tre sconfitte sanguinose contro Juventus, Besiktas e Roma (le ultime due al San Paolo), in mezzo le vittorie con Empoli e Crotone che non potevano essere che un brodino. Poi novembre e pareggi che potevano, dovevano essere vittorie, specialmente con Lazio e Dynamo Kiev. Il cammino Champions che si complica maledettamente, e dopo il quasi-record di una qualificazione al terzo turno, adesso se si perde a Lisbona sarà eliminazione. Davvero incredibile. 

LE ATTENUANTI: MILIK E L'AMBIENTE PREVENUTO - Davvero incredibile anche l'improvviso cambio del vento nei confronti di Sarri. Un amore travolgente fino a qualche settimana fa, complice anche il credito accumulato nella scorsa stagione e nell'inizio spumeggiante di quella attuale, nonostante l'addio di Higuain che di certo non è colpa sua. Poi quel maledetto 8 ottobre, il ginocchio di Milik che cede, il pensiero che torna al calciomercato Napoli sciagurato che non aveva previsto un secondo centravanti. Gabbiadini non è una prima punta, l'ha dimostrato in tutte le occasioni che ha avuto, e Sarri non ha potuto che fare di necessità (poca) virtù. Il risultato è stato un attacco asfittico e la coperta cortissima, con una squadra 'a memoria' che ha perso i punti di riferimento ed è andata in crisi. Le amnesie di Reina, il lungo stop di Albiol, il calo di Jorginho e il crack di Milik: tutta la dorsale azzurra è venuta meno e il seguito era quasi inevitabile. Eppure parte del pubblico ci ha messo poco ad abbandonare un allenatore che stava strabiliando l'Italia e pure l'Europa. Le accuse di provincialismo a chi prova sempre ad imporre il proprio gioco sono francamente ingenerose, a prescindere da qualche uscita mediatica poco felice. Succede, quando hai a che fare con una delle tifoserie più umorali d'Italia.  

GLI ERRORI DI SARRI E QUELLE VOCI 'STRANE' - Certo, le attenuanti sono molte, ma c'è più di un motivo di insoddisfazione in una parte di tifoseria e di stampa locale, che prima sommessamente e ora a voce più alta sta iniziando a chiedere provvedimenti nei confronti dell'allenatore. Con De Laurentiis è gelo da tempo, come dimostrano diverse frecciate incrociate nelle ultime interviste. Con la piazza l'amore va e viene, complici uscite infelici davanti ai microfoni e qualche scelta tecnico-tattica opinabile. A Sarri viene imputata soprattutto la prudenza eccessiva nelle interviste (dopo "la Juve è di un altro pianeta" fu massacrato, idem dopo il pareggio di Kiev), cosa che - pare - non è gradita neanche alla società, che da un po' di tempo a questa parte (casualità?) ha ridotto al minimo le conferenze stampa del tecnico, annullando del tutto quelle pre-partita. Di Sarri non piace anche la gestione del turnover e di parte della rosa. Fra Maksimovic, Tonelli, Rog e Giaccherini sono molti i milioni depauperati finora, per non parlare di calciatori come Gabbiadini, Strinic e Sepe, annichiliti a più riprese dalle sue scelte. E ora, nonostante una classifica non proprio deficitaria, inizia a soffiare anche un vento molto, molto freddo nei corridoi di Castel Volturno: gira voce che se non si batte l'Inter e non si fa risultato a Lisbona la situazione potrebbe precipitare, con scenari che la notte del 28 settembre (Napoli-Benfica 4-2) sembravano davvero impensabili. 

 

Mercato   Milan   Napoli
Calciomercato Milan, agente Perin strizza l'occhio al Napoli
Calciomercato Milan, agente Perin strizza l'occhio al Napoli
Giacomazzi ha parlato del suo assistito, che piace molto ad azzurri e rossoneri
Mercato   Milan   Napoli
Calciomercato Milan, dalla Spagna: Reina per il post Donnarumma
Calciomercato Milan, dalla Spagna: Reina per il post Donnarumma
Neto e Leno le alternative al portiere spagnolo
Mercato   Napoli   Milan
Calciomercato Napoli, ESCLUSIVO agente Reina su Milan e Premier
Calciomercato Napoli, ESCLUSIVO agente Reina su Milan e Premier
Le parole di Manuel Garcia Quilon a Calciomercato.it
Mercato   Napoli   Inghilterra
Calciomercato Napoli, il Chelsea all'assalto di Insigne: c'è l'offerta
Calciomercato Napoli, il Chelsea all'assalto di Insigne: c'è l'offerta
I 'Blues' preparano una proposta da circa 50 milioni di euro
Mercato   Napoli  
VIDEO CM.IT Napoli, contratto Sarri: siparietto De Laurentiis-cronista
VIDEO CM.IT Napoli, contratto Sarri: siparietto De Laurentiis-cronista
Il patron azzurro: "Vuole dargli lei l'aumento?"
Mercato   Milan   Napoli
Calciomercato Milan, clamoroso Donnarumma: c'è anche il Napoli
Calciomercato Milan, clamoroso Donnarumma: c'è anche il Napoli
Pronto l'assalto azzurro se non si accorda con i rossoneri. Ma ci sono pure City, Real e United
Mercato   Napoli  
Napoli, De Laurentiis: "Mertens ha rinnovato. Futuro? In Cina..."
Napoli, De Laurentiis: "Mertens ha rinnovato. Futuro? In Cina..."
Ecco le parole del presidente azzurro sul contratto del talento belga