Breaking News
  • Inter, Simoni: "L'esonero fu ingiusto. Pioli? Quando vai a prendere uno straniero..."
© Getty Images

Inter, Simoni: "L'esonero fu ingiusto. Pioli? Quando vai a prendere uno straniero..."

L'ex allenatore nerazzurro ha presentato oggi la sua biografia

NEWS INTER / Al termine della conferenza di presentazione della sua nuova biografia, Gigi Simoni, ex allenatore dell'Inter, interviene ai microfoni di 'Sky': "Esonero ingiusto? Sì, Moratti me l'aveva già detto. Io non ho mai portato rancore perché mi ha sempre fatto lavorare in pace e questo per me era molto importante, poi lui si scusò tramite la stampa ed io accettai questo esonero ingiusto perché è il calcio.
Io ho fatto il presidente negli ultimi anni e ho mandato via un paio di allenatori, delle volte si va contro la logica per andare incontro alla propria idea.
Lui pensava fossi scarico magari, invece ero a Coverciano a prendere il premio di miglior allenatore, quindi deve esserci rimasto male anche lui.
Moratti è una brava persona, gli voglio bene, sono affezionato".

Simoni,poi, prosegue: "Che effetto mi fare vedere qui tanti ex giocatori? Mi meraviglia un po' perché in genere i calciatori nel momento in cui non sei più nella stessa squadra tendono a dimenticarti, invece sono felice per com'è andata, per una presenza del genere.
Pioli l'uomo giusto per l'Inter? Io lo spero molto.
Hanno scelto uno come noi, che conosce le nostre abitudini e sa cosa fare per accontentare società e calciatori.
Quando vai a prendere uno straniero non si mette nello spirito nostro, noi siamo più concreti, vogliamo il risultato subito e vincere.
Invece quelli che tentano e prendono tempo, invece poi il tempo lo perdono.
Inter-Fiorentina? La Fiorentina è la mia prima squadra.
Vorrei che vincessero tutte e due.
Però forse l'Inter in casa dovrebbe avere una reazione in più.
Speriamo di vedere una partita positiva stasera da parte dell'Inter".

L.P.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)