Breaking News
© Getty Images

Italia-Spagna, Reina: "Non sono mai stati una squadra di talento"

Ecco le parole del portiere del Napoli ore prima del big match

ITALIA SPAGNA REINA JUVENTUS NAPOLI / TORINO - Stasera si disputerà allo 'Juventus Stadium' la sfida tra Italia e Spagna, valida per le qualificazioni ai prossimi Mondiali. Un match delicato e molto atteso, che vedrà in campo svariati protagonisti ed ex del nostro calcio. Uno di questi è Pepe Reina, che ha commentato così le ultime news Italia, affrontando anche altri temi. Calciomercato.it vi offre un sunto delle sue parole: "L'Italia è casa mia ora. - ha dichiarato a 'Marca' - E' un posto dove mi sento felice, soprattutto in una città come Napoli, che mi ricorda tanto il sud della Spagna".

ITALIA - "L'Italia, con tutto il rispetto, non è mai stata una squadra di talento. E' un'avversaria di grande livello, che è sempre stata competitiva, pur non esprimendo il miglior calcio. La competitività è la loro arma, giocando bene o male. Al di là di tutto, sono dei vincenti".

JUVENTUS STADIUM - "Sarà pieno e sosterrà la squadra. Sarà un bello spettacolo ma non avremo paura. Dovremo scendere in campo con grande personalità e giocare il nostro calcio".

BUFFON - "E' un esempio. Ormai non c'è molto più da scoprire su Buffon. Ha 38 anni ed è ancora uno dei migliori portieri in circolazione. E' un punto di riferimento in Italia per tutti i ragazzi. Ho un ottimo rapporto con lui, al di là della rivalità sportiva tra Juventus e Napoli. C'è un rispetto reciproco e, almeno da parte mia, una grande ammirazione. Continua a migliorarsi, nonostante i 38 anni. Si è evoluto, a seconda dei cambiamenti del gioco".

CHIELLINI - "La sua assenza può essere importante ovviamente. I tre centrali della Juventus e Buffon rappresentano una macchina ben precisa, che tiene la squadra in alta classifica in serie A, subendo pochissimi gol. Sanno benissimo cosa fanno. Bonucci? Mi piace. E' aggressivo e con la palla tra i piedi è quasi un centrocampista".

ESTERNI - "Saranno un'insidia per tutta la gara. Non so se ci saranno De Sciglio e Candreva. Il ct ha varie opzioni. Mi piace molto Candreva, che sta facendo bene all'Inter, anche se non nella stessa posizione rispetto alla Nazionale. Lui però può adattarsi".

CENTROCAMPO - "Non so se scenderà in campo De Rossi o toccherà a Verratti. In entrambi i casi rappresenteranno il punto di riferimento della squadra. De Rossi ha grande esperienza. Non so quali giocatori sceglierà Ventura".

ATTACCO - "Pelle' è un giocatore che è esploso da non molto. A Euro 2016 si capiva bene con Eder e per noi è stato un duro colpo. Sono certo che ci daranno problemi ancora".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Italia   Napoli   Roma
    IL PUNTO DI CM.IT - Conte, Sabatini e gli addii 'teatrali': all'estero non (sempre) è così
    IL PUNTO DI CM.IT - Conte, Sabatini e gli addii 'teatrali': all'estero non (sempre) è così
    La teatralità degli addii italiani e le reazioni nei campionati esteri: la storia di Guardiola e Heynckes è emblematica...