Breaking News
  • Roma, Mancini: "Ecco il segreto di Totti. L'Inter arriva meglio al match"
© Getty Images

Roma, Mancini: "Ecco il segreto di Totti. L'Inter arriva meglio al match"

L'ex tecnico dei nerazzurri è tornato a parlare a poche ore dal big match dell'Olimpico

ROM MANCINI / ROMA - A pochi giorni dal big match di campionato tra Roma ed Inter, ai microfoni di 'Romanews.eu', è intervenuto stamane l'ex tecnico dei nerazzurri, Roberto Mancini.

TOTTI, TRA PRESENTE E FUTURO - "Quale regalo potrei fargli? E' difficile, magari uno che non posso fargli io ma che potrebbe farsi da solo: quello di riuscire a battere il record in Serie A visto che non è lontanissimo.
La sua longevità? Diciamo che giocare fino a 40 anni è difficilissimo.
E se Totti ci sta riuscendo è la dimostrazione del fatto che è sempre stato un professionista serio ed ha sempre fatto una vita da atleta, altrimenti sarebbe impossibile giocare alla sua età.
Cosa gli consiglierei per il futuro? Credo debba essere lui a decidere quello che potrebbe fare quando sceglierà di smettere di giocare.
Non è una scelta semplice, ma Francesco saprà prendere la decisione migliore".

VERMAELEN - "Conosco molto bene Vermaelen perché l’ho incontrato tante volte.
Per me è un grandissimo difensore, può giocare in due ruoli, in una difesa a 3 o a 4, ha grandi qualità.
Chiaramente ha avuto problemi fisici, però è un grande difensore secondo me".

FAZIO - "Fazio è arrivato quando io stavo venendo via dal City, quindi ho avuto poche possibilità di incontrarlo".

DZEKO - "Dzeko l'ho portato io al City dal Wolfsburg e per me è un grande attaccante.
Ovviamente giocare in Italia non è facile per nessuno, quindi un anno di ambientamento forse ci vuole, ma sono convinto che quest'anno possa fare tanti gol, perché ha grandi qualità".

JUAN JESUS - "Juan Jesus è un giocatore tipo Vermaelen che può fare più ruoli, centrale e terzino sinistro.
E' ancora giovane, quindi ha ampi margini di miglioramento.
Sono convinto che a Roma possa migliorare quello che ha fatto vedere all'Inter dove ha giocato tanti anni.
Penso che non solo possa migliorare ma possa anche riguadagnare la Nazionale brasiliana".

DOMENICA ROMA-INTER - "Credo che l'Inter ci arrivi meglio, perché almeno in campionato arriva da due vittorie e un pareggio, per cui psicologicamente può stare meglio a meno che non accusi il colpo dopo la sconfitta di ieri in Europa League.
Ma questa è una sfida sempre un poì fuori dalle logiche perché si incontrano due grandi club.
Per tanti anni Inter e Roma si sono giocate il campionato, è sempre una bella partita.
Se sarò all'Olimpico? No, non ci sarò (ride, ndr)".

F.S.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)