Breaking News
© Getty Images

Lazio, il giovane Cardelli lascia il calcio: "Pieni di stranieri, il movimento italiano è morto!"

Il difensore classe '98 si è sfogato con un lungo post su Facebook

LAZIO CARDELLI ADDIO CALCIO / ROMA - Ad appena 18 anni Filippo Cardelli ha deciso di dire addio al calcio.
Il difensore - di belle speranze - classe '98 ha deciso di lasciare la Lazio, nella quale ha fatto la trafila delle giovanili arrivando fino alla Primavera, e di volare negli Stati Uniti per proseguire i propri studi.
A spiegare i motivi di questa sua scelta ci ha pensato lo stesso giocatore attraverso un lungo post pubblicato sul proprio profilo di 'Facebook':

"Dopo 10 anni di sacrifici lascio il calcio.
Ci tengo a chiarire che non ho avuto nessuna divergenza con l’allenatore come è stato scritto, anzi il mister è sempre stato onesto con me.
Lascio perché sinceramente questo non è più lo sport di cui mi sono innamorato da bambino.
Non vedo che senso abbia giocare nella LazioPrimavera e essere circondato da stranieri, e non solo, essere trattato pure come una m****, dopo tutti i sacrifici che ho fatto.

Finché si tratta di rinunciare agli studi, agli amici, alle ragazze, è tutto accettabile perché ho un sogno, e il mio sogno viene prima di tutto. 

Non ho mai giocato a calcio per i soldi ma solo per la felicità di far parte di un gruppo di amici che lottano per un obiettivo comune, ho giocato a calcio per il desiderio di poter dire c**** ce l'ho fatta, sono arrivato.
La Serie A è piena di stranieri, il calcio degli italiani è morto, e sinceramente se devo essere trattato come uno straniero in patria preferisco andarmene.
È vero, negli USA il calcio è anni luce indietro, ma almeno ha un briciolo di dignità, quella che noi abbiamo perso.

Per tutti quelli che sono arrivati fino a qua e che amano il calcio, un consiglio da chi l'ha vissuto da dentro: non andate allo stadio, non comprate gli abbonamenti tv, perché è tutto finto… Quando Lombardi è entrato e ha segnato con l'Atalanta mi sono emozionato, un ragazzo italiano che corre e suda per la maglia, questo è quello che dovremmo vedere sempre, ma probabilmente adesso non giocherà più, per far spazio ai tanti stranieri.La foto è con Luca Borrelli, uno dei pochi amici italiani del gruppo degli Allievi rimasti in Primavera.
Che enorme tristezza…".

D.G.

<==

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Serie A   Lazio   Napoli
    Lazio-Napoli, Inzaghi: "Aprire un ciclo? Non cedere i calciatori"
    Lazio-Napoli, Inzaghi: "Aprire un ciclo? Non cedere i calciatori"
    Le parole dell'allenatore biancoceleste prima del match infrasettimanale
    Serie A   Milan   Lazio
    Lazio-Milan, Montella: "Non mi sono piaciuto, bisogna crescere"
    Lazio-Milan, Montella: "Non mi sono piaciuto, bisogna crescere"
    Il tecnico ha commentato la pesante sconfitta odierna
    Serie A   Lazio   Milan
    Serie A, Lazio-Milan 4-1: super Immobile, disfatta Montella
    Serie A, Lazio-Milan 4-1: super Immobile, disfatta Montella
    Tripletta dell'attaccante, poker completato da Luis Alberto. Montolivo non basta tra i rossoneri
    Serie A   Inter   Lazio
    Lazio-Inter, Vecchi: "Non si può finire così! Il nuovo allenatore..."
    Lazio-Inter, Vecchi: "Non si può finire così! Il nuovo allenatore..."
    Il tecnico nerazzurro ha incontrato i giornalisti in sala stampa
    Serie A   Fiorentina   Lazio
    Serie A, Fiorentina-Lazio 3-2: ripresa folle, viola in rimonta
    Serie A, Fiorentina-Lazio 3-2: ripresa folle, viola in rimonta
    Babacar, Kalinic ed un autogol consegnano i tre punti agli uomini di Sousa
    Serie A   Lazio  
    Lazio-Sampdoria, Inzaghi: "Noi superlativi, rinnovo una formalità"
    Lazio-Sampdoria, Inzaghi: "Noi superlativi, rinnovo una formalità"
    Il tecnico biancoceleste parla nel postpartita con i blucerchiati
    Serie A   Lazio   Roma
    Roma-Lazio, Inzaghi: "Vittoria del gruppo! Orsato? Abbiamo parlato a inizio ripresa..."
    Roma-Lazio, Inzaghi: "Vittoria del gruppo! Orsato? Abbiamo parlato a inizio ripresa..."
    Il tecnico biancoceleste ha aggiunto: "Alleno un grande gruppo, fatto di uomini veri"