Breaking News
© Getty Images

TATTICA DEL MERCATO - Inter, Yaya Touré: esperienza al servizio di Mancini

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sul mediano del Manchester City

TATTICA DEL MERCATO CALCIOMERCATO INTER YAYA TOURE' MANCHESTER CITY / MILANO - Tornare subito ai fasti del passato.
E' questa la missione della Suning, il gruppo cinese che ha acquistato le quote di maggioranza dell'Inter.
Non più (soltanto) piani a lungo termine: l'obiettivo è quello di costruire sin da subito una squadra in grado di vincere o quantomeno di lottare per vincere.
Ovviamente questo significa che, al netto dei paletti imposti dal fair play finanziario, il prossimo calciomercato Inter sarà improntato sull'acquisto di giocatori già affermati e non solo di talenti in prospettiva.
Ed il primo nome sulla lista di Roberto Mancini è sempre quello del centrocampista ivoriano Yaya Touré, il cui agente ai nostri microfoni ha rivelato di avere avuto contatti con l'allenatore dell'Inter.
Ed oggi anche il tecnico jesino ha ammesso di avere avuto colloqui con il mediano del Manchester City. Conosciamolo meglio attraverso la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'. 


BIOGRAFIA DI YAYA TOURE', OBIETTIVO DELL'INTER PER IL CENTROCAMPO

Gnegneri Yaya Touré nasce a Bouaké, in Costa d'Avorio, il 13 maggio 1983.
Cresce nel settore giovanile del Mimosas, uno dei vivai più importanti d'Africa.
Sbarca in Europa nel 2001 e gioca due stagioni in Belgio con la maglia del Beveren.
Dopo due anni trascorsi tra Ucraina e Grecia (Metalurg Donetsk ed Olympiacos, con la conquista di campionato e coppa ellenici) viene acquistato dal Monaco allenato da Laurent Banide.
Le ottime prestazioni in un campionato sicuramente probante rubano l'occhio e nell'estate del 2007 arriva la chiamata del Barcellona di Frank Rijkaard.
L'ivoriano rimane in 'Blaugrana' fino al 2010 vincendo tutto: Liga, coppa del Re, supercoppa (sia nazionale che europea), Champions League e Mondiale per Club.
Nel 2010, visti i rapporti non idilliaci col nuovo allenatore Guardiola, si trasferisce al Manchester City che punta fortissimo su di lui.
Touré ripaga mettendo al servizio della squadra esperienza, leadership e qualità.
Vince due Premier League, una Fa Cup, due coppe di Lega e un Community Shield, diventando di fatto il giocatore più rappresentativo dei 'Citizens' delle gestioni di Roberto Mancini e Manuel Pellegrini.

Yaya Touré ha esordito con la maglia della Costa d'Avorio nel giugno del 2004 e da allora ha messo in fila 100 presenze condite da 19 reti.
Ha partecipato a tre edizioni dei Mondiali (2006, 2010 e 2014) e addirittura a 5 della Coppa d'Africa, vincendo da capitano quella del 2015.
Insieme a Didier Drogba è considerato uno dei calciatori ivoriani più forti di sempre ed ha vinto per 4 volte il titolo di giocatore africano dell'anno.


CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE DI YAYA TOURE'

Alto 1,91 per 90 kg, fisico potente e longilineo, destro naturale.
Yaya Touré è da tempo uno dei centrocampisti più forti e completi del panorama mondiale.
Il suo ruolo ideale è quello di mediano davanti alla difesa ma l'intelligenza tattica e la duttilità lo rendono un perfetto 'box to box' capace di giostrare anche nel reparto arretrato come difensore centrale e sulla trequarti, alle spalle di un centravanti puro.
Si tratta di un giocatore con una visione di gioco ed un'intelligenza calcistica superiori.
Sa dettare i tempi della manovra ed è abile tanto nell'inserimento che nell'interdizione.
Ha grande confidenza con il gol (specialista dei calci da fermo e sui colpi di testa) ed è un eccellente uomo assist.
Carismatico ed esperto, è un giocatore di rara completezza.


YAYA TOURE' E' UN GIOCATORE ADATTO ALL'INTER?

Il problema più grande dell'Inter nella stagione da poco conclusa è stato sicuramente il centrocampo, dove i muscoli di Medel e Felipe Melo non sono stati sufficienti per la costruzione di una manovra offensiva importante, mentre la qualità di Brozovic si è vista solo a sprazzi.
Di registi puri in giro ce ne sono pochi e chi li ha non li vende, ecco perché riuscire a prendere Yaya Touré nella prossima sessione di calciomercato sarebbe davvero un bel colpo per i nerazzurri.
L'ivoriano conosce alla perfezione gli schemi di Mancini e si adatterebbe benissimo al 4-2-3-1 che ha in mente il tecnico dei meneghini.
Certo, il mediano dei 'Citizens' ha compiuto 33 anni lo scorso mese e nell'ultima annata ha sofferto qualche acciacco fisico, ma l'impressione è che possa avere nelle gambe ancora un paio di stagioni ad alto livello.
D'altronde l'obiettivo è vincere subito.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Mercato   Inter  
    Calciomercato Inter, Alcacer si propone: la risposta... lo spiazza!
    Calciomercato Inter, Alcacer si propone: la risposta... lo spiazza!
    L'attaccante del Barcellona è pronto a cambiare maglia
    Mercato   Inter  
    Calciomercato Inter, dalla difesa all'attacco: le urgenze di gennaio
    Calciomercato Inter, dalla difesa all'attacco: le urgenze di gennaio
    A Spalletti servono un difensore, un trequartista e un vice Icardi
    Mercato   Inter   Milan
    Calciomercato Inter, duello col Milan per Rakitic
    Calciomercato Inter, duello col Milan per Rakitic
    Il centrocampista del Barcellona ha una clausola rescissoria da 125 milioni di euro
    Mercato   Inter  
    Calciomercato Inter, non solo Teixeira: triplo colpo a gennaio
    Calciomercato Inter, non solo Teixeira: triplo colpo a gennaio
    Oltre al brasiliano, un difensore centrale e un vice Icardi d'esperienza
    Mercato   Inter  
    Calciomercato Inter, asse Suning: ecco Teixeira in prestito
    Calciomercato Inter, asse Suning: ecco Teixeira in prestito
    Lo Jiangsu potrebbe cedere il trequartista al club nerazzurro a gennaio
    Mercato   Inter  
    Calciomercato Inter, Spalletti: "Icardi? Clausola ai livelli di Isco"
    Calciomercato Inter, Spalletti: "Icardi? Clausola ai livelli di Isco"
    A breve il capitano nerazzurro potrebbe rinnovare il contratto
    Mercato   Inter  
    Calciomercato Inter, tris di nomi per la nuova 'regia'
    Calciomercato Inter, tris di nomi per la nuova 'regia'
    Thiago Maia, van de Beek, Ascacibar nel mirino del club nerazzurro