Breaking News
© Getty Images

Milan, Acerbi: "Via per colpa mia. Di Francesco? È pronto"

Il difensore del Sassuolo racconta anche la guarigione dal tumore e grida: "Ho in testa quello che voglio e lo otterrò"

MILAN ACERBI DI FRANCESCO SASSUOLO NAZIONALE / SASSUOLO - Quella di Francesco Acerbi è una delle storie più belle del calcio italiano.
Sconfitto il cancro è tornato grande nel Sassuolo, fino a tornare addirittura in Nazionale ed a giocarsi un posto al prossimo Europeo: "Se mi sfidi, vinco io - tuona il difensore neroverde in un'intervista concessa a 'La Gazzetta dello Sport' - Non ho mai avuto paura.
E' stato peggio quando ho rischiato di andare a sbattere con un furgone dopo un sorpasso che ho fatto in un tratto in cui non si poteva.
La svolta è arrivata nel giorno della salvezza in Sassuolo-Genoa: ero in panchina senza capelli, con la barba ed una bottiglia di champagne.
Ho capito che volevo rientrare, ho smesso di bere alcolici e ho cominciato a mangiare bene.
Chi ha equilibrio in testa fa bene in campo e di serate ne ho fatte...
soprattutto al Pavia o allo Spezia".

MILAN - "Mi hanno mandato via, ma al 90% è colpa mia.
Forse 95%.
Resto tifoso rossonero, ma stasera dovrò sperare nella Juventus.
Voglio andare in Europa".

DI FRANCESCO - "Pronto per il Milan? Il mister è bravo e merita.
Per me è pronto".

OBIETTIVI - "Tornare al Milan o in un'altra big? Indifferente. Ho in testa quello che voglio e lo otterrò.
Ho i miei obiettivi e vado dritto.
Per l'Europeo siamo io, Ranocchia, Astori e Romagnoli per un posto.
Ho il 50% di possibilità".

L.P.

 

<==

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Italia   Atalanta   Sassuolo
    Italia, Ventura: "Locatelli, Pellegrini, nuovo modulo... Ma anche Balotelli e Gomez: vi dico tutto"
    Italia, Ventura: "Locatelli, Pellegrini, nuovo modulo... Ma anche Balotelli e Gomez: vi dico tutto"
    Il ct azzurro ha parlato a pochi giorni dalle convocazioni per le gare contro Liechtenstein e Germania