Breaking News
© Getty Images

Arsenal, Özil firma il rinnovo

Il centrocampista tedesco è pronto a legarsi ai 'Gunners' con un nuovo accordo

MERCATO BARCELLONA OZIL FUTURO ARSENAL/ BARCELLONA (Spagna) - Niente Barcellona per Mesut Özil. Il centrocampista tedesco continuerà a giocare nell'Arsenal. Il calciatore classe 1988, secondo quanto riportato dal 'Daily Star' - sarebbe pronto a firmare un nuovo accordo con i 'Gunners' che lo porterà a guadagnare 180mila sterline (oltre 220mila euro al cambio attuale) a settimana.

M.S.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Mercato   Inter  
    Calciomercato Inter, dalla difesa all'attacco: le urgenze di gennaio
    Calciomercato Inter, dalla difesa all'attacco: le urgenze di gennaio
    A Spalletti servono un difensore, un trequartista e un vice Icardi
    Mercato   Lazio  
    Calciomercato, la Lazio pesca tra gli svincolati: ma conviene?
    Calciomercato, la Lazio pesca tra gli svincolati: ma conviene?
    I precedenti in Serie A e non solo: da Saha a Felipe quando l'emergenza costringe all''affare'
    Mercato   Inter   Milan
    Calciomercato Inter, duello col Milan per Rakitic
    Calciomercato Inter, duello col Milan per Rakitic
    Il centrocampista del Barcellona ha una clausola rescissoria da 125 milioni di euro
    Mercato   Benevento   Verona
    Calciomercato Serie A, panchine a rischio: esonero dietro l'angolo
    Calciomercato Serie A, panchine a rischio: esonero dietro l'angolo
    Da Baroni a Pecchia, passando per Juric e Nicola: si attendono risultati positivi
    Mercato   Inter  
    Calciomercato Inter, non solo Teixeira: triplo colpo a gennaio
    Calciomercato Inter, non solo Teixeira: triplo colpo a gennaio
    Oltre al brasiliano, un difensore centrale e un vice Icardi d'esperienza
    Mercato   Juventus   Germania
    Calciomercato Juventus, quanta concorrenza per Goretzka
    Calciomercato Juventus, quanta concorrenza per Goretzka
    Bayern Monaco e Barcellona in pole per il centrocampista
    Mercato   Milan  
    Calciomercato Milan, da Aubameyang a Verdi: quanti rimpianti