Breaking News
© Getty Images

Fifa, Infantino: "Possibili Mondiali a 40 squadre e svolti tra due Paesi"

Il mondo del calcio prepara la rivoluzione del 2026

MONDIALE 2026 INFANTINO 40 SQUADRE / MONTEVIDEO (Uruguay) - Ancora non si conosce la sede dei Mondiali del 2026, eppure si guarda già ai possibili cambiamenti da apportare alla formula attualmente utilizzata.
Gianni Infantino, impegnato in un tour in Sud America, ha spiegato come sia favorevole all'idea di un'organizzazione congiunta: "La FIFA è tradizionalmente contraria.
Personalmente invece sono a favore.
Questo sarà uno dei temi da affrontare, se i Mondiali si giocheranno in uno o più Paesi".
Al momento le candidature di Argentina e Uruguay spiccano sulle altre.

Nel 2026 potrebbe però cambiare qualcos'altro, con Infantino che ipotizza un aumento delle squadre in corsa per il titolo: "C'è l'intenzione di allargare la fase finale dei Mondiali da 36 a 40 squadre.
Ne stiamo parlando con tutto il mondo del calcio, giocatori inclusi.
Il nuovo format partirebbe nel 2026".

L.I.

<==

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Altro   Inter   Napoli
    Forbes, è il Real Madrid il club di maggior valore. Juventus e Milan nella top ten
    Altro   Juventus   Parma
    Calciopoli, Tavecchio: "Richiesta risarcimento della Juventus è una lite temeraria"
    Calciopoli, Tavecchio: "Richiesta risarcimento della Juventus è una lite temeraria"
    Il presidente della FIGC ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni
    Altro   Roma   Chievo Verona
    PRONOSTICI SCOMMESSE: gol e spettacolo in Bundesliga, Premier e Liga. Roma e Juventus vincenti!
    PRONOSTICI SCOMMESSE: gol e spettacolo in Bundesliga, Premier e Liga. Roma e Juventus vincenti!
    Usufruisci subito dell'incredibile Bonus di Eurobet: 100% dell'importo scommesso fino a 100 euro!
    Altro   Lazio  
    Calcioscommesse, Mauri: "Il mio nome fa comodo ai giornali"
    Calcioscommesse, Mauri: "Il mio nome fa comodo ai giornali"
    Il capitano della Lazio torna a parlare delle indagini della Procura di Cremona