Breaking News
  • Frosinone-Juventus, Allegri: "Non è una corsa a due per lo scudetto. Futuro? Inutile parlarne"
© Getty Images

Frosinone-Juventus, Allegri: "Non è una corsa a due per lo scudetto. Futuro? Inutile parlarne"

Le dichiarazioni della vigilia in cinferenza stampa dell'allenatore campione d'Italia

FROSINONE JUVENTUS ALLEGRI / TORINO - Dopo aver fatto 13, la Juventus cercherà a Frosinone la 14a vittoria consecutiva in campionato ad una settimana dal big-match contro la capolista Napoli.
Massimiliano Allegri, come di consueto, è intervenuto in conferenza stampa per le news Juventus per analizzare la sfida del 'Matusa': Calciomercato.it seguirà in tempo reale le dichiarazioni del tecnico bianconero.

FROSINONE - "All'andata siamo stati un po' polli.
Però, quella di essere pericolosi sui calci da fermo, è una delle loro migliori caratteristiche come evidenziano le statistiche".

FUTURO - "Ho un contratto fino al 2017, sto bene, stiamo lavorando tutti insieme per dare un grande futuro a questa squadra.
Abbiamo tanti impegni e tre obiettivi importanti da raggiungere.
Non ha senso parlarne adesso, si parla di niente".

INFERMERIA - "Pereyra? Non partirà dall'inizio, però può diventare in buon cambio.
Lui e Lemina hanno fatto un buon test giovedì.
Sturaro è completamente recuperato.
Asamoah e Khedira riprenderanno in settimana ad allenarsi con la squadra.
Manduzkic vedremo, ma difficilmente ci sarà per Napoli.
Evra ha avuto un virus influenzale, che lo ha tenuto a riposo fino ad oggi.
Domani rimarrà a casa e si allenerà a Vinovo.
Hernanes sta bene, è cresciuto come condizione ed è a disposizione.
E' un giocatore importante".

MODULO - "Bonucci non so se giocherà, ma non perché sia diffidato: abbiamo giocato tante partite in questo periodo, potrei concedergli un turno di riposo.
Il posto di Bonucci in mezzo lo prenderebbe Rugani, che da centrale nella difesa a tre dà il meglio.
Non importa se giocheremo a 3 o a 4 in difesa, l'importante è scendere in campo per fare bene e vincere.
Un'altra vittoria ci consentirebbe di ottenere un altro risultato importante e non perdere terreno dal Napoli, che sta andando forte lì davanti".

ATTENZIONE - "I ragazzi sono stati finora molto bravi, è importante vincere soprattutto le partite 'sporche', che sono le più difficili.
Non si può sempre vincere 4-0: la gara col Genoa ci ha riportato con i piedi per terra, non ci sono partite facili".

CORSA SCUDETTO - "Il campionato non è solo un discorso tra Napoli e Juventus, anche le altre possono recuperare.
Non dimentichiamoci dove eravamo 15 partite fa: può succedere ancora di tutto.
L'importante è mantenere la condizione, le ultime partite saranno ancora più delicate e varranno ancora di più visto che saranno i momenti decisivi del campionato.
Dopo Frosinone si chiuderà questo ciclo di partite, poi avremo cinque giorni per preparare il Napoli: una gara che si prepara da sola".

CACERES - "Bisogna accettare gli infortuni, magari non giocando Caceres si sarebbe fatto male lo stesso.
In difesa abbiamo tanti ottimi giocatori e poi c'è Rugani, che adesso potrebbe avere più spazio.
Faccio un in bocca al lupo a Martin: è una grossa perdita per noi, sia come calciatore che come uomo".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)