Breaking News
  • PAGELLE E TABELLINO DI NOVARA-VERONA: Calderoni super, Pazzini decisivo
© Getty Images

PAGELLE E TABELLINO DI NOVARA-VERONA: Calderoni super, Pazzini decisivo

Le pagelle del posticipo giocato questa sera al 'Piola'

PAGELLE E TABELLINO NOVARA VERONA / Si è concluso in parità il posticipo Novara-Verona.
Il risultato finale per le news Serie B è stato di 2-2, con molte emozioni nel finale.

Novara-Verona: grande prestazione di Calderoni, Pazzini non sbaglia mai

Di seguito le pagelle del match a cura di Calciomercato.it.

NOVARA

Da Costa 5: Poche colpe per lui in occasione del gol di Siligardi, nel finale la fa grossa in uscita lasciando a Pazzini la porta spalancata per il clamoroso 2-2.
Troest 6: Entra in partita dopo 45' e lo fa con grande personalità.
Nel finale rischia il doppio giallo, per un fallo su Pazzini.
Mantovani 6: Soffre Pazzini e la sua esperienza, si fa ammonire condizionando la sua gara nella ripresa.
Chiosa 6: Partita sufficiente per lui, che soffre le avanzate di Pazzini nel primo tempo.
Nella ripresa non si fa intimidire.
Dickmann 6,5: Uno dei pochi che dimostra di poter mettere in difficoltà la retroguardia scaligera.
Nel secondo tempo è una scheggia.
Casarini 6,5: Tra i migliori in campo per i padroni di casa, annulla Romulo spingendo con continuità soprattutto nel secondo tempo.
Adorjan 5,5: Non una partita memorabile per lui, diligente e ordinato, ma appare in ritardo di condizione.
(76' Chaja s.v.)
Bolzoni 6,5: Uno dei migliori per continuità e duttilità in mezzo al campo.
Dal suo destro nasce il gol del pareggio.
(71' Cinelli s.v.)
Calderoni 7: Decisivo in occasione del gol del pareggio dei suoi, segna anche la rete del momentaneo vantaggio nei minuti finali.
Galabinov 6,5: Si batte con grinta e grande volontà, creando una potenziale occasione nel primo tempo. Nella ripresa si prende sulle spalle la squadra cambiando la marcia all'attacco azzurro.
Sansone s.v.: Dura solo trenta minuti la sua gara, poi un infortunio lo costringe ad uscire.
(30' Macheda 6,5): Entra a freddo per l'improvviso infortunio di Sansone.
Nella ripresa timbra il cartellino con il gol del pareggio.
Dopo pochi minuti si divora la possibile doppietta.

All.Boscaglia 7: E' il vero leader di questa squadra, la guida e la comanda da fuori con grande grinta e voglia di vincere.

VERONA

Nicolas 7: Si supera con una grandissima parata nella ripresa su Galabinov che tiene in partita il Verona.
Romulo 6,5: Primo tempo di alto livello per l'ex Juventus che sulla fascia destra fa valere la sua esperienza.
Nella ripresa cala sensibilmente causa una botta al ginocchio e viene sovrastato da Casarini.
Bianchetti 6: decisivo nel primo tempo quando dice no a un tiro da fuori di Calderoni.
Nella ripresa non è perfetto in occasione dei due gol subiti.
Ferrari 6: Dopo una partita di corsa e sacrificio, è costretto a lasciare la squadra nel finale per un problema muscolare.
Souprayen 5,5: Soffre la fisicità di Galabinov nel secondo tempo.
L'attaccante del Novara lo fa letteralmente impazzire.
Fossati 6: Molto bene nel primo tempo, costante ed incisivo.
Nel secondo tempo non lo si vede più.
(92' Valoti s.v.)
Bessa 6: Ci prova con due conclusioni dalla distanza, ma non è fortunato.
Partita di sostanza per lui, ma risulta poco lucido sotto porta.
Zuculini 6: Prima parte della gara di qualità e buona gestione della palla, ma dopo il gol del vantaggio di Siligardi sparisce dal campo.
Siligardi 6,5: Bravo a sfruttare la ciliegina che gli posa sui piedi Luppi per il gol del vantaggio.
Appare in discreta condizione e lo dimostra con alcuni inserimenti senza palla, ma nella ripresa cala ed è costretto ad uscire.
(68' A.Caracciolo 6): Appena entrato si presenta con due belle chiusure su Macheda e Galabinov.
Pazzini 7: Mai pericoloso come siamo abituati a vederlo, si batte e cerca di dar fastidio al giro palla del Novara.
Nei minuti di recupero si prende la scena segnando un gol meravigioso che salva gli scaligeri.
Luppi 6: Partita di sacrificio e corsa.
Pecchia gli da' compiti ben precisi che svolge egregiamente, soprattutto nel primo tempo quando confeziona l'assist dell'1-0 a Siligardi.

All.
Pecchia 5,5: Non riesce a dare la scossa alla squadra, una volta in vantaggio non riesce a chiuderla soffrendo nel secondo tempo.
Sembra mancare personalità agli scaligeri.

TABELLINO

Novara: Da Costa; Troest, Mantovani, Chiosa; Dickmann, Casarini, Adorjan, Bolzoni (71' Cinelli), Calderoni; Galabinov, Sansone (30'Macheda).
Allenatore: Boscaglia

Verona: Nicolas; Romulo, Bianchetti, Ferrari, Souprayen; Fossati, Bessa, Zuculini; Siligardi (68' A.Caracciolo), Pazzini, Luppi  (77'Cappelluzzo).
Allenatore: Pecchia.

Marcatori: 27' Siligardi (V), 56' Macheda (N), Mantovani (N), 90' Calderoni (N), 92' Pazzini (V)

Ammoniti: Troest (N), Bolzoni (N), Mantonvani (N)

 

Articoli Correlati

Serie B  
Palermo, Zamparini: "Var? Certi favori alla Juventus..."
Palermo, Zamparini: "Var? Certi favori alla Juventus..."
Il patron rosanero ha anche parlato della cessione
Serie B  
Serie B, 8a giornata: pari Palermo, tris Empoli! Perugia ko
Serie B, 8a giornata: pari Palermo, tris Empoli! Perugia ko
I rosanero non vanno oltre l'1-1 contro il Parma, toscani vincenti per 3-1 contro il Foggia. Gli umbri scivolano in casa contro la Pro Vercelli
Serie B  
Serie B, 7° giornata: cade il Perugia, Palermo in bianco
Serie B, 7° giornata: cade il Perugia, Palermo in bianco
Rosanero in vetta insieme agli umbri (ko a Brescia), al Frosinone e all'Avellino. Vince il Pescara
Serie B  
Serie B, 3a giornata: Avellino a valanga, Inzaghi batte Grosso
Serie B, 3a giornata: Avellino a valanga, Inzaghi batte Grosso
Si sono i match di oggi validi per il terzo turno del campionato cadetto
Serie B  
Serie B, risultati 40° giornata: non sbagliano Verona e Frosinone!
Serie B, risultati 40° giornata: non sbagliano Verona e Frosinone!
In questo momento anche i ciociari sarebbero promossi senza passare dai playoff
Serie B   Roma  
Coppa Italia, Roma-Cesena 2-1: Totti allo scadere, derby in semifinale!
Coppa Italia, Roma-Cesena 2-1: Totti allo scadere, derby in semifinale!
Rigore dubbio per fallo di Agliardi, ora c'è la Lazio