Breaking News
© Getty Images

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-INTER

Hernanes punisce la Lazio. Mauricio disastroso, Icardi sprecone

ECCO LE PAGELLE DI LAZIO-INTER:

 

LAZIO

Marchetti 5,5 – Hernanes lo beffa sul suo palo su punizione, anche se Medel (in fuorigioco) lo disturba.
Devia la punizione di Guarin con un bel tuffo a fine primo tempo.
Saltato da Icardi cercando di prendere il pallone probabilmente tocca l’attaccante e viene espulso.

Basta 6 – Dalla sua parte l’Inter affonda poco, così lui non deve fare gli straordinari.
Mantiene la posizione, non rischia nulla, ma non riesce mai a proporsi davanti.

Mauricio 4,5 – E’ subito in difficoltà.
La Lazio tiene la difesa alta e spesso gli attaccanti gli passano dietro.
Quando deve impostare diventa un pericolo.
Al 24’ Palacio gli passa nuovamente dietro e riceve palla, lui lo atterra e si fa buttare fuori.

Ciani 6 – I piedi non sono raffinati, ma un po’ col fisico e un po’ con la buona volontà si fa valere.
Ruvido quanto basta, fa il meglio che può.

Radu 5 – In fascia soffre un po’ troppo.
L’Inter attacca molto dalla sua parte e spesso lui si fa sorprendere.
Con l’espulsione di Mauricio gli tocca passare al centro e sembra trovarsi più a suo agio.
Si fa fregare da Palacio e poi non riesce più a prendere Hernanes che fa gol.

Biglia 6,5 – Non è al meglio, ma è sempre il cervello della squadra di Pioli.
Si mette davanti alla fiesa e cerca di venire a prendere palla per guidare l’avanzata della Lazio.
Si rende utile anche in fase di ripiegamento.

Parolo 6,5 – Come al solito macina chilometri su chilometri.
Importanti un paio di suoi recuperi in fase difensiva, inoltre cerca come sempre di inserirsi nell’area nerazzurra.
Handanovic e Ranocchia gli negano la rete.

Candreva 7 – Dopo pochi minuti si rende subito pericoloso, alla seconda occasione che gli capita non fallisce: raccoglie l’assist di Felipe Anderson e trafigge Handanovic.
Corre senza sosta svariando ovunque, nel finale esce stremato.
Dal 76’ Keita s.
v.

Mauri 5,5 – Sicuramente il meno positivo dei trequartisti della Lazio.
Parte a sinistra, ma non si fa trovare dai compagni.
Si nasconde un po’ troppo.
Esce quando la Lazio rimane in dieci.
Dal 27’ Braafheid 5,5 – Anche lui come Radu fatica sulla corsia di sinistra, dove l’Inter spinge con insistenza.

Felipe Anderson 7 – Quando decide che deve saltare un avversario, non c’è niente che lo possa fermare.
Al primo affondo si beve D’Ambrosio e serve una palla d’oro a Candreva.
Instancabile e immarcabile, è lui a fare la differenza in questa Lazio.
Si sacrifica molto quando la Lazio rimane in nove uomini.

Klose 5,5 – Ottimi i movimenti, da attaccante esperto e da grande uomo d’area.
Peccato per la Lazio che non abbia il guizzo finale.
Non riesce a sfruttare le occasioni che ha.
Handanovic lo ipnotizza e lui non trova la porta.
Dal 63’ Berisha 7 – Tiene in partita la Lazio parando il rigore appena entrato.
Bene anche su Brozovic nei minuti finali.

All.
Pioli 5,5 – La Lazio diverte e fa bene in fase offensiva, ma rischia troppo con una difesa altissima e con due centrali che non riescono a far girare la palla.
Una volta in dieci e poi in nove uomini soffre e resiste fino a quando poi Hernanes trova il raddoppio.
La squadra esce comunque a testa alta.

 

INTER

Handanovic 6,5 – A inizio partita è lui a tenere a galla l’Inter.
Ottimo l’intervento su Parolo, bene sulla punizione di Biglia.
Nel secondo tempo è decisiva la sua uscita su Klose.

D'Ambrosio 6,5 – Non impeccabile in fase difensiva.
Felipe Anderson lo fa secco in occasione del gol di Candreva, poi però si sveglia e inizia ad attaccare.
Spinge tanto e quando la Lazio rimane in dieci uomini diventa l’uomo in più.
Dal 68’ Nagatomo 6 – Entra per dare ricambio sulla corsia a D’Ambrosio, ma non riesce a spingere con costanza.

Ranocchia 6 – Sul gol di Candreva forse si fa portare un po’ troppo fuori dal movimento degli attaccanti della Lazio.
Si riprende bene e poi non rischia più, salvando di testa un gol già fatto di Parolo.

Vidic 6 – Anche lui, come Ranocchia, è poco reattivo in area sulla conclusione in porta di Candreva che porta in vantaggio la Lazio.
Poi però la sua gara è di grande solidità, qualche distrazione ma non costa cara all’Inter.

Juan Jesus 6 – Si adatta, come da parecchio tempo, al ruolo di terzino.
In pratica è più un centrale aggiunto, visto che spinge poco, ma sull’uomo si fa sempre sentire.

Guarin 6 – Alterna cose buone a cose meno buone.
Ha buone idee, ma non sempre riesce a metterle in pratica.
Impegna Marchetti su punizione, ma si fa male e deve abbandonare il campo.
Dal 46’ Podolski 6 – Si muove abbastanza e si crea lo spazio per rendersi pericoloso, anche se poi concretizza poco.

Medel 6 – Tocca meno palloni del solito, l’Inter gioca più in verticale coinvolgendolo di meno nella manovra.
Si fa sentire in fase di interdizione disturbando la manovra laziale.

Kovacic 6 – Poco nel vivo del gioco nel primo tempo, prende l’iniziativa quando la Lazio resta in doppia inferiorità numerica.
Ha il merito di innescare l’azione del raddoppio.

Hernanes 8 – Da ex diventa mattatore della serata.
Sta benissimo fisicamente e fa la differenza.
Serve una gran palla a Icardi che però spreca.
Sigla la rete del pareggio su punizione e quella del raddoppio sfruttando un assist di Palacio.
Ispira ed entra in tutte le azioni dei nerazzurri.
Si becca i fischi dopo l’esultanza per il gol del pareggio.

Palacio 7 – Anche lui come Hernanes mostra una grande condizione fisica.
Si muove sempre cercando di non dare punti di riferimento, a tratti diventa immarcabile.
Nel finale ha l’intuizione giusta con la quale manda in porta Hernanes per il gol della vittoria.
Dal 91’ Brozovic 6 – Entra nei minuti finali e impegna Berisha con un bel diagonale.

Icardi 5 – Si muove benissimo anche fuori dall’area, ma ora a differenza di prima sbaglia gol clamorosi.
Si divora una grande chance su assist di Hernanes scegliendo la conclusione di potenza e soprattutto calcia malissimo il rigore che Berisha para.
Non è stata certamente la sua serata.

All.
Mancini 6,5 – Porta a casa il risultato, ma con molta sofferenza contro una Lazio in nove uomini.
La squadra però sta bene e ha personalità giocando e vincendo in un Olimpico pienissimo e contro una squadra di gran livello.
Un successo fondamentale per la ricorsa all'Europa.

 

Arbitro: Massa 5 – Vede bene quando concede punizione all’Inter ed espelle Mauricio.
Sul gol di Hernanes su punizione, Medel è in posizione irregolare coprendo la visuale di Marchetti.
Da rivedere il fuorigioco fischiato sull'1-1 a Candreva: il giocatore biancoceleste appare in linea con Juan Jesus.
Questione comunque di millimetri.
Decisione difficile anche in occasione del rigore per l'Inter: sembra esserci il contatto tra Marchetti e Icardi, ma il replay lascia molti dubbi.

 

TABELLINO

LAZIO-INTER 1-2

LAZIO (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Mauricio, Ciani, Radu; Biglia, Parolo; Candreva (dal 76’ Keita), Mauri (dal 27’ Braafheid), Felipe Anderson; Klose (dal 63’ Berisha).
 A disp.
: Strakosha, Djordjevic, Pereirinha, Gentiletti, Onazi, Ledesma, Cataldi, Perea, Cavanda.
All.
: Stefano Pioli

INTER (4-3-1-2): Handanovic; D'Ambrosio (dal 68’ Nagatomo), Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; Guarin (dal 46’ Podolski), Medel, Kovacic;  Hernanes; Palacio (dal 91’ Brozovic), Icardi.
A disp.
: Carrizo, Andreolli, Santon, Felipe, Gnoukouri, Puscas, Shaqiri, Dimarco, Bonazzoli.
All.
: Roberto Mancini

Marcatori: 8’ Candreva (L), 26’ Hernanes (I), 74’ Hernanes (I)

Arbitro: Davide Massa di Imperia

Ammoniti: 12’ D’Ambrosio (I), 24’ Mauri (L), 27’ Marchetti (L), 67’ Hernanes (I), 71’ Biglia (I), 91' Nagatomo (I)

Espulsi: 24’ Mauricio (L), 61’ st Marchetti (L)

<==

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    In evidenza   Genoa  
    Serie A, Giudice Sportivo: stangata Pinilla, cinque giornate di squalifica!
    Serie A, Giudice Sportivo: stangata Pinilla, cinque giornate di squalifica!
    Severa la punizione per l'attaccante cileno del Genoa
    In evidenza   Juventus   Sampdoria
    Sampdoria-Juventus, Allegri: "Non pensiamo al Barcellona, campionato primo obiettivo! Chiellini out"
    Sampdoria-Juventus, Allegri: "Non pensiamo al Barcellona, campionato primo obiettivo! Chiellini out"
    Le dichiarazioni della vigilia dell'allenatore della 'Vecchia Signora'
    In evidenza   Atalanta   Udinese
    Serie A, le probabili formazioni della 27esima giornata
    Serie A, le probabili formazioni della 27esima giornata
    Ecco i possibili schieramenti secondo gli inviati di Calciomercato.it
    In evidenza   Lazio   Milan
    Lazio-Milan, le ultime sulle formazioni: Inzaghi sorprende
    Lazio-Milan, le ultime sulle formazioni: Inzaghi sorprende
    I biancocelesti lanciano Keita dal primo minuto, fuori Lulic
    In evidenza   Milan   Napoli
    Milan-Napoli, Montella: "Hanno budget superiore, da Champions. Reina furbo"
    Milan-Napoli, Montella: "Hanno budget superiore, da Champions. Reina furbo"
    Ecco le parole del tecnico rossonero alla vigilia del grande match
    In evidenza   Inter   Juventus
    Juventus, Moggi: "Calciopoli? Non è cambiato nulla. Inter sempre a 15 punti"
    In evidenza   Juventus   Udinese
    Juventus-Udinese, i convocati di Allegri: doppia assenza
    Juventus-Udinese, i convocati di Allegri: doppia assenza
    Non sono a disposizione Bonucci e Dani Alves, torna Marchisio