Breaking News
  • Calciomercato Inter, Thohir: "Icardi incedibile. Touré? Ci piace. Tra Ronaldo e Messi..."
© Getty Images

Calciomercato Inter, Thohir: "Icardi incedibile. Touré? Ci piace. Tra Ronaldo e Messi..."

Il presidente nerazzurro si sbilancia sul mercato futuro de club

CALCIOMERCATO INTER INTERVISTA THOHIR AL CORRIERE DELLA SERA / MILANO - Il presidente dell'Inter Erick Thohir è il protagonista di una lunga intervista pubblicata oggi dal 'Corriere della Sera', di cui vi riportiamo alcuni estratti sul calciomercato Inter, sul derby contro il Milan e sul campionato italiano di Serie A.

MANCINI - "Mancini, il prossimo anno, avrà una squadra disegnata da lui fin dall'inizio.
Dobbiamo dargli tempo e quest'estate il tempo ci sarà.
Noi ci fidiamo di Mancini, gli abbiamo affidato il nostro futuro.
Mazzarri? Non ho mai pensato di aver sbagliato.
Mancini è l'uomo giusto per tornare a vincere, con lui le cose vanno meglio anche se come tifoso e dirigente non sono felice".

ICARDI - "Mauro Icardi non si vende, lui è uno dei nostri giocatori più importanti.
I soldi, a volte, possono essere un problema ma non per lui che è un ragazzo con la testa sulle spalle.
Stiamo lavorando per raggiungere l'accordo per il rinnovo del contratto, è importante che Mauro che resti con noi".

YAYA TOURE' - "Yaya Touré ci piace e siamo sicuri che Mancini saprebbe utilizzarlo e valorizzarlo al meglio.
Touré ha un contratto in vigore col Manchester City e noi siamo obbligati a rispettarlo, ma nel calcio non si può mai prevedere come andrà il calciomercato".

RONALDO O MESSI...
-
"Tra Cristiano Ronaldo e Leo Messi sceglierei una squadra con 11 Javier Zanetti in campo".

IL DERBY CONTRO IL MILAN - "Il rigore non dato nel derby contro il Milan? No comment...".

IL CALCIO ITALIANO - "Io credo nel calcio italiano, ma bisogna studiare in fretta una strategia per tornare competitivi a livello globale.
Ok, la Premier League è fuori portata ma la Serie A non può essere dietro a Liga e Bundesliga.
E servono regole per evitare un altro caso Parma, una storia che pesa per l'immagine del campionato italiano".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)