Breaking News
  • Inter-Cesena, Mancini: "Sto soffrendo, forse ero troppo ottimista prima. Terzo posto..."
© Getty Images

Inter-Cesena, Mancini: "Sto soffrendo, forse ero troppo ottimista prima. Terzo posto..."

Il tecnico ha commentato il pareggio di 'San Siro'

INTER CESENA MANCINI / MILANO – Roberto Mancini ha commentato il pareggio casalingo contro il Cesena: "Il primo tempo è stato giocato molto sotto tono e il Cesena ha capito di poterci mettere in difficoltà, correva più di noi.
Noi facevamo poco, in lucidità e aggressività.
Nella ripresa un gol e tante occasioni, con cose anche buone, ma la foga di vincere ti fa sbagliare le cose più semplici.
Tutti i giocatori vogliono offrire un rendimento diverso quando non si gioca bene.
La squadra sta migliorando e alterna prove buone a negative, questo è il limite di questo momento – le parole del tecnico a 'Sky' - Dobbiamo lavorare per migliorare queste cose e ci vorrà tempo.
Forse ero troppo ottimista, lo sono per indole, pensavo si potesse fare qualcosa di più.
Non ho niente da dire perché i ragazzi mettono tutto in campo anche se a volte le cose non vanno.
Mi spiace per loro e per i tifosi, sto soffrendo anch'io molto in questo momento.
I miei occhi gonfi? Non ho pianto, forse è il dolore che ho dentro (sorride, ndr)".

TERZO POSTO - "In 11 partite a 7 punti dal Napoli si poteva sperare qualcosa, ora credo sia abbastanza difficile arrivarci".

CESENA - "Sono sempre ottimista, ripeto, li vedo allenarsi e vedo il loro massimo impegno.
Non arrivano i risultati, questa poteva essere una buona vittoria.
Il Cesena non ha rubato niente, complimenti a Di Carlo per l'ottima partita".

CLASSIFICA - "L'ottimismo si è smorzato? Stasera, domani torna.
Essere a 39 sarebbe stato diverso, ci sono troppe squadre davanti e mancano altre partite.
Avvicinarci al Napoli poteva rendere il terzo posto ancora un obiettivo.
Al momento non è neanche logico parlare.
Commettiamo a volte errori grossolani.
Il Wolfsburg è molto forte, ma senza i nostri errori sarebbe finita con un pareggio probabilmente".

A 'Mediaset' il tecnico ha aggiunto: "Podolski? Le formazioni non si fanno con il senno di poi.
MI prendo tutte le responsabilitàd egli errori commessi".

VIDIC - "Le parole del procuratore di Vidic? Non so cosa abbia detto, se deve dirmi delle cose può telefonarmi tranquillamente".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)