Breaking News
© Getty Images

Inter-Celtic, Mancini: "Una partita può cambiare tutto. Icardi? Molto dipenderà da..."

Il tecnico nerazzurro ha parlato alla vigilia del match di Europa League

INTER CELTIC CONFERENZA MANCINI / MILANO - Dopo il 3-3 ottenuto in Scozia, l'Inter domani a 'San Siro' è chiamata a sfidare il Celtic Glasgow nella sfida di ritorno dei sedicesimi di Europa League. Il tecnico nerazzurro Roberto Mancini ha parlato ai giornalisti nella conferenza stampa della vigilia: "Le tre vittorie sono arrivate in un periodo con tante partite, non c'è stato tempo per godercele. Domani potremo essere più rilassati, ma una partita può cambare tutto quindi la testa e la concentrazione devono continuare ad esserci".

PUBBLICO - "A San Siro ha sempre avuto un peso, dipenderà da noi se riusciremo a farli venire allo stadio. Domani ci sarà gente, non è una partita così semplice. Gli scozzesi non mollano mai".

ERRORI - Le news Inter negli ultimi giorni sono concentrate sulle vittorie ma anche su alcune disattenzioni: "Quello che è successo a Cagliari può capitare, quando si è reduci da una partita di coppa ci può stare un po' di appannamento. Dobbiamo migliorare nella gestione della palla. Ma ci sono anche gli avversari: come il Celtic a Glasgow il Cagliari ha capito le nostre difficoltà e ha provato ad approfittarne".

PARTITE - "Da giocatore ho sempre preferito giocare. La partita è la cosa più bella. Se i giocatori a scendere in campo sono sempre gli stessi diventa un po' stancante. Abbiamo trovato un assetto che ci dà sicurezza, cambiare non è semplice anche se qualcosa dovremo modificare durante queste due partite".

TERZO POSTO - "Se la Juve rallentasse potremmo raggiungerla (sorride, ndr). Tre vittorie ci danno solo più confidenza, e questo è importante. Ma è inutile guardare la classifica, non è ancora adatta all'Inter, la guarderemo più avanti. Il nostro obiettivo è quello di crescere, fare la partita e gestirla senza rischiare niente".

ICARDI - Poi Mancini ha parlato di Icardi, che molte voci di calciomercato vedono come possibile partente: "Credo che abbia margini di miglioramento enormi per l'età che ha. Può migliorare sotto tutti i punti di vista ed essere un grandissimo centravanti nei prossimi 10 anni. Molto dipenderà da cosa faremo alla fine della stagione. L'Inter è sempre l'Inter e ha bisogno di bravi giocatori".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Europa league  
    Milan-Shkendija, Montella sul ko di Bonaventura: "Incrociamo le dita"
    Milan-Shkendija, Montella sul ko di Bonaventura: "Incrociamo le dita"
    Il tecnico rossonero: "L'unica nota negativa della serata"
    Europa league   Milan  
    Milan-Shkendija 6-0, rossoneri esagerati: Europa in ghiaccio!
    Milan-Shkendija 6-0, rossoneri esagerati: Europa in ghiaccio!
    Doppiette per Andre Silva e Montolivo. Borini ed Antonelli aumentano il passivo
    Europa league   Milan  
    Craiova-Milan, Montella: "Siamo ancora in costruzione"
    Craiova-Milan, Montella: "Siamo ancora in costruzione"
    Il tecnico rossonero ha poi elogiato sia Donnarumma che Andrè Silva
    Europa league   Milan  
    Craiova-Milan 0-1, Donnarumma para: Rodriguez punge!
    Craiova-Milan 0-1, Donnarumma para: Rodriguez punge!
    Ottimo intervento sullo 0-0 del portiere rossonero, prima della rete su calcio piazzato dello svizzero che decide la contesa
    Europa league   Inghilterra   Spagna
    Europa League, Ajax-Manchester United: formazioni diretta tv e mercato
    Europa League, Ajax-Manchester United: formazioni diretta tv e mercato
    'Lancieri' e 'Red Devils' si sfidano questa sera nella finalissima di Stoccolma
    Europa league   Inghilterra   Spagna
    PAGELLE E TABELLINO DI MANCHESTER-CELTA VIGO: Mou in finale
    PAGELLE E TABELLINO DI MANCHESTER-CELTA VIGO: Mou in finale
    United in finale nonostante il pareggio nel ritorno. Fellaini decisivo, Roncaglia prima illude, poi vanifica tutto
    Europa league   Inghilterra   Olanda
    Europa League, United esulta con Fellaini. Ajax passa, ma che rischio!
    Europa League, United esulta con Fellaini. Ajax passa, ma che rischio!
    La finale della competizione sarà quindi tra gli inglesi di Mourinho e la baby squadra olandese