Breaking News
  • Serie A, Sacchi: "Non sono razzista, ma ci sono troppi stranieri"
© Getty Images

Serie A, Sacchi: "Non sono razzista, ma ci sono troppi stranieri"

La replica dell'ex allenatore del Milan dopo le accuse di razzismo

SERIE A SACCHI RAZZISMO STRANIERI / ROMA - Arrigo Sacchi non ci sta.
L'ex allenatore del Milan, attaccato ed accusato di razzismo dopo le frasi sui giocatori di colore nelle formazioni Primavera dei club di Serie A, dalle colonne de 'La Gazzetta dello Sport' si difende: "Ho 68 anni, non sono mai stato razzista e mai lo sarò.
Si conosce la mia storia di allenatore e si sa che ho allenato grandi giocatori di colore.
Sono convinto che uno dei problemi del nostro calcio siano i troppi stranieri.
Tutte le volte che c'è stata un'invasione di stranieri la Nazionale ed i nostri club sono andati male.
Servono pochi stranieri e di grande valore.
Non c'era alcun accento discriminatorio nella mie parole dell'altra sera, volevo solo inviare un allarme.
Sono preoccupato per questi ragazzi che vengono dall'Africa e si aspettano un grande futuro, ma spesso per molti non è così.
Quali contraccolpi avranno? E' un problema etico.
Ripeto: non sarò mai razzista".

L.P.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)