Breaking News
© Getty Images

MILAN-INTER: LE PAGELLE DI TANCREDI PALMERI

I giudizi espressi dal protagonista della nostra rubrica 'Football Killed Tancredi'

MILAN INTER PAGELLE TANCREDI PALMERI / MILANO - Il derby della Madonnina si chiude in pareggio con una rete per parte tra Milan e Inter, ma anche tante emozioni ed errori decisivi.
Ecco voti e giudizi del nostro inviato Tancredi Palmeri.

MILAN

Diego Lopez 7.5: formidabile nello stare su e mettere paura ad Icardi con la sua freddezza e reattività, pure meglio nell'angolo del Secondo Tempo.

Rami 6: la cosa strana è che nemmeno lo fanno sforzare, e sì che è quello che in difesa si adatta.

Mexes 5.5: deve ringraziare l'arbitro per non aver lasciato il Milan in 10 dal primo minuto o perlomeno da metà Primo Tempo.

Zapata 6: marcatura sicura ma si confonde nel disimpegnare il pallone recapitato sui piedi di Obi.

Essien 7: ottimo smistamento e corsa a garantire il giusto posizionamento al centrocampo, è quello che permette alla linea di trequartisti di sganciarsi.

Muntari 5.5: lui invece deve ringraziare Diego Lopez per avergli salvato le terga su un passaggio difensivo in orizzontale da sculaccioni.
(dal 75') Poli sv

Bonaventura 6.5: bravissimo nel mettere sotto pressione Dodò e nell'aiutare a sfilacciare l'Inter.

Menez 7: Evaristo Menez.
Mi chiamo Jeremy, e vi segno così.
Ora anche il Milan ha in galleria il suo gol nel derby di volée di piattone.

El Shaarawy 6.5: ottimo lavoro solito nel coprire e rilanciare, ma il differenziale è farlo con la qualità che ti permette di fare la giocata dell'assist.
Però quella traversa...

Fernando Torres 5: d'accordo il lavoro oscuro, ma ogni tanto bisogna accendere la luce sennò non si sa dove si sta andando.
(dal 72') Honda sv

Allenatore.
Inzaghi 6
: la prepara e prevede bene, con una formazione che mette in difficoltà gli esterni e costringe l'Inter a ripiegare con il fiatone.
Il problema però è che si siede sul vantaggio.

 

INTER

Handanovic 6: pronto quando viene tirato in ballo, che non succede in verità così tante volte.

Nagatomo 5.5: non ne è responsabile ma va in confusione nel casino del primo gol.
Per il resto sufficientemente ordinato.

Ranocchia 6: affidabile in chiusura, un disastro quando va in anticipo e fa crollare la difesa, perché se gli dice male il Milan va in gol.
E infatti... Però mette la gamba decisiva su Poli.

Juan Jesus 6.5: è prezioso nel dare i tempi e una mano quando serve, quell'errore su El Shaarawy gli tira giù il voto, che poi risale con il salvataggio da ultimo uomo 10 minuti dopo.

Dodò 5.5: solita storia, è vivo si propone, ma quasi mai con la misura giusta, per non parlare di come difende.

Guarin 6: prende fiducia nel corso della gara, ha bisogno di riadattarsi al suo ruolo originario di interno destro nel centrocampo a 3.

Kuzmanovic 7: mai avremmo pensato di dare un 7 a Kuzmanovic in un derby.
Detta il passaggio, fa girare il pallone con la velocità che può, tiene il baricentro alto, e si permette persino un paio di imbucate niente male.

Obi 6: è il giocatore che ti fa cascare la reputazione, a te giornalista: perché è il peggiore - ma peggiore col botto - fino a quando non segna, e poi vive minuti di trance agonistica.
(dal 72') Hernanes sv

Kovacic 5.5: la colpa è di Mancini che lo mette troppo alto e lascia che la balena rossonera, lenta ma corposa, lo inghiotta.
Forse lui pecca di brillantezza nel passaggio, ma non è facile con uno che ti viene sempre a braccare.
(dal 94') M'Vila sv

Palacio 6: è la nobile donna delle pulizie dell'Inter, che va a pulire in ripiego quando serve e ti aiuta a preparare qualcosa da mettere sotto i denti all'ultimo momento con quello che c'è in cucina.

Icardi 5: il suo puro istinto del gol fa sì che lui viva di quei 2-3 momenti a partita.
Furbo sulla traversa, ingenuo sul gol sbagliato.
(dall'89) Osvaldo sv

Allenatore.
Mancini 6
: mette una pezza sulla disposizione tattica non felicissima grazie all'attitudine di tutta la partita, quando all'inizio c'è da provarci e quando dopo non c'è da abbattersi, provando perfino a vincerla.
Vero fantasista: perché ci sarebbe da criticarlo per la scelta di Obi, e quello invece proprio quello gli va a segnare...

 

Arbitro.
Guida 5
: la gestione della partita è buona, ma influisce totalmente sul risultato tenendosi nel taschino il cartellino iniziale per Mexes, che era sicuramente giallo (e Mexes a metà Primo Tempo si è fatto riammonire) ma che avrebbe potuto anche tingersi di rosso.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    In evidenza   Inter   Juventus
    Juventus, Moggi: "Calciopoli? Non è cambiato nulla. Inter sempre a 15 punti"
    In evidenza   Inter  
    Fiorentina-Inter, Mancini: "Resto? Se non mi mandano via..."
    Fiorentina-Inter, Mancini: "Resto? Se non mi mandano via..."
    Calciomercato.it vi offre le dichiarazioni dell'allenatore nerazzurro
    In evidenza   Inter   Sampdoria
    Serie A, le probabili formazioni della trentaseiesima giornata
    Serie A, le probabili formazioni della trentaseiesima giornata
    Ecco i possibili schieramenti riportati dagli inviati di Calciomercato.it
    In evidenza   Inter   Roma
    Fair Play Finanziario, UFFICIALE: ecco le sanzioni UEFA per Roma ed Inter
    Fair Play Finanziario, UFFICIALE: ecco le sanzioni UEFA per Roma ed Inter
    Stangata per i nerazzurri multati di 20 milioni di euro; 2 milioni invece per i giallorossi
    In evidenza   Inter   Udinese
    Serie A, le probabili formazioni della trentaduesima giornata
    Serie A, le probabili formazioni della trentaduesima giornata
    Ecco i possibili schieramenti riportati dagli inviati di Calciomercato.it
    In evidenza   Inter   Udinese
    Inter-Udinese, Mancini: "Icardi diventerà grande. Con Sylvinho enormi miglioramenti"
    Inter-Udinese, Mancini: "Icardi diventerà grande. Con Sylvinho enormi miglioramenti"
    Domani i nerazzurri ospiteranno i friulani guidati dall'ex Stramaccioni
    In evidenza   Inter   Milan
    Inter, Vieri: "Mi hanno trattato come un mafioso, che sofferenza il Mondiale del 2006"
    Inter, Vieri: "Mi hanno trattato come un mafioso, che sofferenza il Mondiale del 2006"
    L'ex attaccante: "Al Milan invece sembrava che giocassi con loro per un decennio"