Breaking News
© Getty Images

Milan, Menez: "Scudetto possibile, con Inzaghi intesa perfetta. E dico grazie ad Ancelotti"

Il fantasista francese ha già segnato 3 gol in questo avvio di stagione

MILAN MENEZ INZAGHI SERIE A PSG / MILANO - Jeremy Menez è stato finora la più bella sorpresa di inizio stagione per il Milan.
Il gol contro il Parma è già in lizza per essere uno dei più belli del campionato rossonero.
"Conta più la vittoria e quindi la cosa più importante di quel gol è che ci ha permesso di conquistare i tre punti.
E poi quella rete ha reso felice la mia famiglia, che l'anno scorso ha sofferto molto insieme a me.
- ha detto il francese a 'La Gazzetta dello Sport' - Ho solo fatto quello che mi veniva in mente: il mio calcio è questo.
Divertimento e istinto.
Si può sempre vincere e il Milan gioca e si impegna per riuscirci.
Ci alleniamo bene, siamo un buon gruppo.
Io allo Scudetto ci credo davvero.
E l'obiettivo minimo è la qualificazione alla Champions.
Il Milan se la gioca con tutti".

MILAN - "Galliani e Inzaghi mi hanno dato appuntamento a Ibiza e mi hanno detto tante cose che per me sono importanti per la carriera e per il futuro.
Così è stato facile scegliere di indossare questa maglia.
Quando una persona ti regala qualcosa di bello, tu ti senti in dovere di restituirgli la stessa bellezza.
E non è solo un dovere, ma anche un piacere.
Con il mister ci siamo trovati bene da subito e lo ringrazio.
Ma questo è solo l'inizio".

JUVENTUS - "Sarà spettacolo puro.
Piena di gol e di emozioni, quasi come a Parma.
Il calcio italiano è sottovalutato, la Serie A è un campionato duro e pieno di giocatori forti.
La Juve è ancora davanti a noi, ma sabato il Milan se la gioca alla pari e può succedere una cosa bella.
Questa sfida mi esalta.
Se vinciamo sono 9 punti in 3 partite e il primato in classifica".

PASSATO E FUTURO - "La mia vita è cambiata: ho una figlia, sto aspettando il secondo e sono più sereno.
Carlo Ancelotti mi ha aiutato tanto facendomi capire cosa serve per crescere.
Mi ha spinto ad allenarmi al 100% tutta la settimana e mi ha invitato a stare più tranquillo nella vita privata, a fare meno casino.
Voglio segnare più di 10 gol in Italia e poi voglio tornare in Nazionale: tra due anni in Francia si gioca l'Europeo e ci tengo a esserci".

 

Entra a far parte della nostra cerchia, clicca G+

<==

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    In evidenza   Lazio   Milan
    Lazio-Milan, le ultime sulle formazioni: Inzaghi sorprende
    Lazio-Milan, le ultime sulle formazioni: Inzaghi sorprende
    I biancocelesti lanciano Keita dal primo minuto, fuori Lulic
    In evidenza   Milan   Napoli
    Milan-Napoli, Montella: "Hanno budget superiore, da Champions. Reina furbo"
    Milan-Napoli, Montella: "Hanno budget superiore, da Champions. Reina furbo"
    Ecco le parole del tecnico rossonero alla vigilia del grande match
    In evidenza   Fiorentina   Milan
    Milan-Fiorentina, Mihajlovic: "Ennesima ultima spiaggia? Andrò in montagna! El Shaarawy..."
    Milan-Fiorentina, Mihajlovic: "Ennesima ultima spiaggia? Andrò in montagna! El Shaarawy..."
    Ecco le dichiarazioni del tecnico, in vista della sfida contro i 'viola'
    In evidenza   Milan  
    Milan, Bee Taechaubol: "Deluso? No, con Berlusconi torneremo a vincere!"
    Milan, Bee Taechaubol: "Deluso? No, con Berlusconi torneremo a vincere!"
    L'imprenditore thailandese commenta la fase attuale della trattativa
    In evidenza   Milan  
    Milan, Berlusconi chiude alla vendita del club: "Ipotesi prive di fondamento"
    Milan, Berlusconi chiude alla vendita del club: "Ipotesi prive di fondamento"
    In un comunicato il numero uno rossonero ha smentito trattative per la cessione delle quote di maggioranza
    In evidenza   Genoa   Milan
    Genoa-Milan, Inzaghi: "Difficile essere più forti di noi. Torres, un gol per sbloccarti"
    Genoa-Milan, Inzaghi: "Difficile essere più forti di noi. Torres, un gol per sbloccarti"
    L'allenatore rossonero nutre grande fiducia nei mezzi della punta spagnola
    In evidenza   Inter   Milan
    Inter, Vieri: "Mi hanno trattato come un mafioso, che sofferenza il Mondiale del 2006"
    Inter, Vieri: "Mi hanno trattato come un mafioso, che sofferenza il Mondiale del 2006"
    L'ex attaccante: "Al Milan invece sembrava che giocassi con loro per un decennio"