Breaking News
© Getty Images

Italia, da Sirigu a Zaza-Immobile: quanti 'Azzurri' stanno in panchina nei club

Il commissario tecnico della Nazionale è stato chiaro in conferenza stampa: "Chi non gioca non viene convocato"

ITALIA NAZIONALE PANCHINA GIOCATORI CONVOCATI CLUB / ROMA - Domani torna a scendere in campo l'Italia di Antonio Conte, commissario tecnico della Nazionale, e non mancano le incognite: non tanto sul presente, quanto sul futuro a breve termine di tanti protagonisti del ciclo del pugliese. Nei convocati della sfida contro Malta figurano infatti molti giocatori che non stanno trovando spazio in queste prime battute della nuova stagione ed il diktat del ct è stato: "Chi non gioca rischia di perdere la Nazionale". Le News Italia almeno per il momento non destano troppa preoccupazione, ma senza dubbio le chiamate per i prossimi impegni saranno molto influenzate da questo approccio.

In porta potrebbe non esserci Salvatore Sirigu che al Paris Saint-Germain è chiuso dal neo arrivato Kevin Trapp, almeno per il momento preferitogli da Laurent Blanc. Certo non si parla del titolare tra i pali - quello rimane Buffon - ma in tanti nella nostra Serie A scalpitano per strappare un posto. Verosimilmente sarà decisiva l'integrità fisica per Andrea Barzagli, ma Conte lo stima e fa parte dei suoi fedelissimi, inoltre garantisce un'esperienza che non si trova in molti altri. Discorso diverso invece per Ranocchia, costretto alla panchina da Miranda e Murillo nell'Inter, che dovrà sudare per tenersi il posto sia in nerazzurro che a Coverciano. Anche Manuel Pasqual della Fiorentina sta facendo il secondo di Marcos Alonso, dalla sua però c'è la scarsa presenza di terzini sinistri italiani con le sue capacità di cross. 

Arrivando all'attacco ecco i problemi maggiori, specie per la coppia d'attacco di Conte, quell'Immobile-Zaza, che adesso rischia di passare nel dimenticatoio. L'ex Torino è passato in questo calciomercato dal Borussia Dortmund al Siviglia dove finora non si è imposto e con l'arrivo di Llorente perde un'ulteriore posizione. Ha cambiato squadra pure la punta lucana, dal Sassuolo alla Juventus il passo non è breve, e Mandzukic, Dybala e Morata sono davanti a lui nelle gerarchie interne. Infine Gabbiadini che dopo le polemiche estive è rimasto a giocarsi il posto al Napoli, ma anche lì la concorrenza 'estera' si fa sentire e prendere il posto ad Higuain non sarà semplice.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Notizie   Juventus  
    Juventus, Higuain: "Si parla sempre delle altre, poi vinciamo noi"
    Juventus, Higuain: "Si parla sempre delle altre, poi vinciamo noi"
    Un 'Pipita' affamato, che ribadisce d'aver vinto un solo scudetto, non sei. Ha dunque voglia di successi
    Notizie   Inter   Francia
    ICC, Inter-Lione 1-0: Spalletti sorride, decide Jovetic
    ICC, Inter-Lione 1-0: Spalletti sorride, decide Jovetic
    Il gol del montenegrino piega la resistenza dei francesi
    Notizie   Roma  
    Roma, De Rossi: "Difficile avvicinarsi alla Juve ma voglio provarci"
    Roma, De Rossi: "Difficile avvicinarsi alla Juve ma voglio provarci"
    Il centrocampista italiano parla dall'America anche di Francesco Totti
    Notizie   Napoli  
    Napoli, Sarri: "Scudetto? Non siamo favoriti"
    Napoli, Sarri: "Scudetto? Non siamo favoriti"
    Il tecnico azzurro non si sente in pole per la vittoria del campionato
    Notizie   Roma  
    Roma, Strootman: "Pallotta sempre vicino. Andare via..."
    Roma, Strootman: "Pallotta sempre vicino. Andare via..."
    Ecco le parole del centrocampista olandese, che sogna lo scudetto
    Notizie   Milan   Juventus
    Milan, Bonucci 'punzecchia' la Juve: "Qui 7 Champions, non un caso"
    Milan, Bonucci 'punzecchia' la Juve: "Qui 7 Champions, non un caso"
    Il difensore rossonero lancia una stoccata alla sua ex squadra
    Notizie   Milan  
    Bayern-Milan, Montella: Buon atteggiamento. Su Montolivo..."
    Bayern-Milan, Montella: Buon atteggiamento. Su Montolivo..."
    Ecco le parole del tecnico al termine della sfida contro i tedeschi