Breaking News
  • Russia, Capello: "L'imitazione di Cassano? Mi fece ridere"
© Getty Images

Russia, Capello: "L'imitazione di Cassano? Mi fece ridere"

Il ct della Nazionale russa si racconta a tutto campo

RUSSIA CAPELLO CASSANO / ROMA - Intervistato dalla tv svizzera 'Rsi', il ct della Russia Fabio Capello si racconta a tutto campo.
Dal suo attuale impegno con la Nazionale alle sue precedenti esperienze. 

CASSANO - "La sua imitazione? Non me la sono presa, anzi mi sono fatto una risata.
Le imitazioni vanno prese con ironia, l'importante è essere bravi a farle".

PASSIONE PER L'ARTE - "Mio papà mi ha insegnato il rispetto per le persone, per le cose, per la natura e per l'arte.
Ed è una cosa che ho cercato di trasmettere anche ai miei giocatori.
Ad esempio Zebina, Montella e Costacurta sono diventati appassionati d'arte".

MONTELLA - "Se mi ha rubato qualche segreto? Tutti rubano, anch'io continuo a rubare, vado in giro apposta per imparare".

TERRY - "Mi opposi alla decisione di togliergli la fascia da capitano.
E' stata una decisione che fu presa senza nemmeno avvisarmi o interpellarmi.
Decisi di andarmene perché non si possono accettare le cose imposte quando non sono corrette".

CONDIZIONI BATISTUTA - "Quando un giocatore finisce la carriera, fisicamente è distrutto ma non nei primi anni.
Quando passi i 50 senti tutti i danni che hai subito, tutti i traumi, tutte le problematiche fisiche ti arrivano.
Van Basten? Si operò contro la volontà del nostro medico, commise un grave e errore e si rovinò da solo".