Breaking News
  • Juventus-Torino, Vidal: "Troppo importante vincere, mi piace il ruolo che mi chiede Allegri"
© Getty Images

Juventus-Torino, Vidal: "Troppo importante vincere, mi piace il ruolo che mi chiede Allegri"

Il cileno sulla Champions League: "Se usciamo è uno scandalo"

CALCIOMERCATO JUVENTUS VIDAL DERBY / TORINO - Le news Juventus sono in questo momento molto incoraggianti.
La squadra vola in campionato ed anche in Europa: domenica arriva il derby, una sfida mai come tutte le altre anche se la differenza di valori con il Torino è netta.
Sulle colonne de 'La Stampa' ne ha parlato Arturo Vidal.
"Non ho mai perso un derby.
Fosse successo a Santiago meglio che non ti fai vedere in giro per due o tre giorni.
Dico davvero.
- spiega il cileno a 'La Stampa' - Il derby di Torino è caldo, bello, la gente te lo fa sentire anche quando vai in giro per la citta?.
In questi giorni i granata mi dicono: 'Dai Arturo, per favore, non giocare!'.
Vinciamo noi, spero.
E? troppo importante, per la classifica e per tutto quello che deve venire da qui in avanti.
Ho voglia di giocare, sono in forma e felice di essere tornato.
Ma decide il mister. Io, Pirlo e Pogba siamo nella lista Fifa dei migliori centrocampisti al mondo: vuol dire che qualcosina di buono stiamo facendo".

CHAMPIONS LEAGUE - "Se usciamo, e? uno scandalo.
Questo è il momento di andare avanti, abbiamo una bella squadra e possiamo fare cose importanti.
Dobbiamo provare anche a prendere il primo posto del girone, perché al sorteggio può fare la differenza e perché ci cambierebbe anche la testa.
Il rigore sbagliato con l’Olympiacos? Non ci penso, sono uno che guarda sempre avanti".

ALLEGRI - Nonostante le tanti voci di calciomercato che lo riguardano Vidal è felice alla Juventus con Allegri.
"E? diverso il gioco rispetto a Conte, dopo tre anni.
Stiamo cambiando e stiamo andando sempre meglio.
Anche Heynckes, nell'ultimo anno a Leverkusen, mi provò trequartista.
Giocavo spesso in area e avevo piu? spazio per muovermi. Alla fine 10 gol in 33 partite.
L'allenatore mi chiede di portare palla o inserirmi negli spazi aperti dagli attaccanti.
E quando difendiamo, devo avvicinarmi a Pirlo. Mi piace giocare così, sono più vicino alla porta.
Mi sento sempre decisivo e importante.
So che non sono stato al cento per cento per il ginocchio, ma lavoro tutti i giorni per arrivare al massimo.
Lo vedrete da domenica".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)