Breaking News
© Getty Images

Serie A, Sacchi risponde a Blatter: "In questo mondo il populismo è all'ordine del giorno"

L'ex Ct è stato accusato per alcune frasi ritenute razziste

SERIE A SACCHI BLATTER / MILANO - Attraverso i microfoni di 'Mediaset Premium' Arrigo Sacchi ha risposto alle parole di Blatter che si era detto ''shockato" per le frasi ritenute razziste dell'ex Ct: "Sono stupito ma neanche troppo.
So benissimo che in questo mondo il populismo è all'ordine del giorno, come anche il cercare di non avere una memoria storica.
Sono 42 anni che io sono nel calcio e in 42 anni non mi era mai stato detto che ero un razzista.
Non credo di esserlo diventato adesso a 68 anni.
Ho allenato e sono amico di tanti calciatori di colore.
Non sono così stupido e ottuso.
Sono stato forse disattento anche perché pensavo che mai nessuno avrebbe potuto darmi del razzista.
Spiegavo i problemi del calcio italiano: tra i più gravi il forte afflusso di calciatori stranieri in Italia.
Devono essere non moltissimi e di qualità.
Spiegavo che in altri Paesi c'è un orgoglio diverso, come in Spagna, dove a Madrid si lamentano se non giocano gli spagnoli.
C'è anche un business, ma è molto pericoloso perché si commercia sulla pelle dei ragazzi, specialmente di quelli che arrivano da zone più povere con tante speranze.
Tanti vengono acquistati senza neanche essere visti.
Ho detto che giocano molti stranieri e che quel giorno avevo visto 4-5 ragazzi di colore in campo.
Non mi sembrava razzismo.
Oggi in Italia e all'estero parlare di colore, di nero, fa scatenare tutti.
Se avessi detto straniero non avrebbe detto nulla nessuno.
Allora sono saltati fuori i moralisti, i perbenisti, personaggi cui non rispondo perché tutto il mondo conosce la loro storia, e tutto il mondo conosce anche la mia storia.
Mi dispiace che non ci sia un briciolo di memoria storica.
Se in 42 anni non mi sono fatto capire dovrò restare altri 20 anni sperando che capiscano come sono".

A.
C.

<==

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Serie A  
    Serie A, da Thereau a Mertens: il toto-rigoristi dopo 4 giornate
    Serie A, da Thereau a Mertens: il toto-rigoristi dopo 4 giornate
    Nella lista dei prescelti per il tiro dal dischetto di questo campionato qualche conferma e tante novità
    Serie A  
    Serie A, Gonalons e gli altri: gli acquisti a 'minuti zero'
    Serie A, Gonalons e gli altri: gli acquisti a 'minuti zero'
    Tanti i giocatori approdati in Italia o con una nuova maglia che non hanno ancora esordito
    Serie A  
    Serie A, 4a giornata: la classifica senza il VAR
    Serie A, 4a giornata: la classifica senza il VAR
    Ecco come cambierebbe la graduatoria senza l'ausilio della tv
    Serie A  
    LA MOVIOLA DI CM.IT: Quanta Var a Verona! E a San Siro...
    LA MOVIOLA DI CM.IT: Quanta Var a Verona! E a San Siro...
    La tecnologia viene sfruttata spesso dai direttori di gara nelle situazioni di incertezza. Annullato il terzo gol di Kalinic ed uno di Lasagna a San Siro
    Serie A  
    Serie A, 4a giornata: sinfonia Napoli. Milan, boom Kalinic!
    Serie A, 4a giornata: sinfonia Napoli. Milan, boom Kalinic!
    Sei reti dei partenopei al Benevento; doppietta dell'attaccante croato contro l'Udinese. Pari in Toro-Samp, successo esterno del Cagliari
    Serie A   Roma   Verona
    Serie A, Roma-Verona 3-0: doppio Dzeko sul velluto
    Serie A, Roma-Verona 3-0: doppio Dzeko sul velluto
    I giallorossi dominano per tutta la sfida e si prendono i tre punti casalinghi. A segno nel primo tempo anche Nainggolan
    Serie A   Fiorentina   Bologna
    Serie A, Fiorentina-Bologna 2-1: capolavoro Chiesa, decide Pezzella
    Serie A, Fiorentina-Bologna 2-1: capolavoro Chiesa, decide Pezzella
    I viola si impongono sulla squadra di Donadoni: inutile il gol di Palacio