Breaking News
  • Italia, Prandelli annuncia: "Ho firmato il contratto. Ancora dubbi sui 23"
© Getty Images

Italia, Prandelli annuncia: "Ho firmato il contratto. Ancora dubbi sui 23"

Il commissario tecnico azzurro parla alla stampa alla ripresa del ritiro della Nazionale

DIRETTA ITALIA CONFERENZA PRANDELLI / COVERCIANO - Riparte il ritiro dell'Italia in vista del Mondiale in Brasile: dopo il fine settimana di riposo concesso da Prandelli, gli azzurri sono ritornati a Coverciano per riprendere la preparazione.
A una settimana dalla scelta dei 23 convocati, il ct della Nazionale parla in conferenza stampa: Calciomercato.it ha seguito per voi le sue dichiarazioni.

FIRMA RINNOVO - "Abbiamo firmato il contratto, è ufficiale.
Ora non entriamo nei dettagli dei programmi futuri perché abbiamo un obiettivo molto importante.
Questi due mesi sono stati il tempo necesario per formulare un contratto che ha compreso anche i diritti di immagine per questo si sono prolungati i tempi: da questo punto di vista abbiamo deciso di valutare tutte le offerte future insieme".

CASSANO - "Abbiamo fatto una settimana di lavoro importante e tutti hanno reagito in maniera brillante, tutti stanno abbastanza bene.
Certo qualcuno ha sofferto un po' di più il carico di lavoro, ma c'è grande disponibilità: è quello che volevamo dai giocatori e le risposte sono buone".

BALOTELLI - "Su cento persone che guardavano l'allenamento, 99 hanno fatto cori positivi e poi è passato un deficiente: forse quella persona non dovrebbe far notizia.
La reazione è umana: essere offeso per il colore della pelle è inaccettabile".

RENZI - "Non ci siamo sentiti: sono contento come il 40% degli italiani che lo hanno votato.
Buon auspicio per il Mondiale? Può essere riprendere un discorso con più sicurezza e coinvolgimento: è un'iniezione di fiducia, come quando c'è una critica costruttiva alla vigilia di un Mondiale".

23 CONVOCATI - "Non ho ancora deciso: questi quattro giorni sono importanti, poi ci sarà la partita di sabato.
Dopo daremo la lista dei 23".

TATTICA - "Ora stiamo facendo un lavoro fisico, vogliamo partire con la consapevolezza di essere preparati a livello fisico.
Dal punto di vista tecnico-tattico, stiamo valutando, stiamo proponendo ai calciatori qualcosa di particolare, ma è una situazione che può essere modificabile.
L'idea è di vedere una squadra capace di mettere in difficoltà gli avversari: difficilmente inizieremo e finiremo con lo stesso modulo".

SISTEMA DI GIOCO - "Lavoreremo su una base di gioco, dove i giocatori devono sapere cosa fare e cosa non fare.
Si deciderà di cambiare un atteggiamento o perché sei in difficoltà o perché devi rimarcare una situazione in mezzo al campo.
I calciatori stanno lavorando su questo: il nostro modo di proporre calcio è quello di valorizzare i nostri calciatori".

ROSSI E TWITTER - "Abbiamo deciso di lasciare la massima libertà ai calciatori di esprimersi e di rapportarsi con i tifosi anche durante il Mondiale.
Per quanto riguarda Rossi, ho visto in lui un ragazzo che sta facendo grandissimi sacrifici e sta sognando a occhi aperti: questo è un messaggio che deve far riflettere tutti i componenti di questa squadra".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)