Breaking News
  • Italia, Prandelli: "Abbiamo toccato il fondo. Mondiale? Ci sono buone idee"
© Getty Images

Italia, Prandelli: "Abbiamo toccato il fondo. Mondiale? Ci sono buone idee"

Il ct parla dei temi caldi del calcio nostrano

Cesare Prandelli ha parlato al 'Tg5' dei temi più caldi del calcio italiano, a partitre dai vergognosi episodi dell'Olimpico: "La prima considerazione è che abbiam toccato il fondo.
Tutti noi – non soltanto il mondo del calcio, ma anche il Paese – dobbiamo fare qualcosa.
Gli stadi devono tornare a essere protagonisti dell'evento e nessun altro deve ergersi a protagonista.
Tutto il resto è incontrollabile al momento e dobbiamo tornare a considerare che il codice penale c'è e va applicato.
Come rimediare? Parliamo di violenza da anni e non l'abbiamo debellata.
Altre nazioni hanno avuto lo stesso problema in maniera più grave e sono riuscite ad auto-punirsi: mi riferisco all'Inghilterra, che ha attuato disposizioni rigide.
Dovremmo fare lo stesso perché altrimenti un organo superiore dirà che l'Italia non sarà all'altezza dell'Europa".

COSTO DELLA PREVENZIONE - "La sicurezza negli stadi è un problema di tutti.
Rispondo con una provocazione: togliamo tutte le barriere e i controlli, così si azzererebbero le spese, però il primo che sbaglia deve essere punito".

 

MONDIALE - "Di proibitivo non c'è nulla nel calcio, ma solo cose complicate.
Quando noi italiani sappiamo che c'è qualcosa di complicato arriviamo preparati all'evento e io sono convinto che gli 'Azzurri' arriveranno preparatissimi.
In Italia non c'è nulla di segreto, ma abbiamo provato a prepararci con qualcosa di segreto al clima molto diverso che c'è in Brasile.
Abbiamo delle idee che sicuramente ci saranno utili.
Mettere i calciatori in una serra? No, niente del genere (ride, ndr)"

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)