Breaking News
© Getty Images

Calciomercato Inter, Fassone: "Torres? Girano diversi nomi. Mazzarri non ha responsabilita'"

Il dg nerazzurro ha parlato delle prossime strategia societarie

CALCIOMERCATO INTER FASSONE / MILANO - Intervenuto sulle frequenze di 'Radio Deejay', il direttore generale dell'Inter Marco Fassone ha parlato delle prossime mosse di mercato del club nerazzurro.


TORRES - "Sapete che alcuni nomi sono circolati, anche il presidente Thohir non ha fatto mistero che sono nomi che ci interessano, poi quale sarà alla fine quello giusto siamo ancora un po' lontani dal definirlo"

MORATTI - "Non è soltanto il presidente onorario, è un presidente che rappresenta l'Inter, gli interisti, la storia del club, quindi vale ben di più di un numero".

PERIODO DI TRANSIZIONE - "E' una fase, non so neanche se definirla di transizione, da un punto di vista sportivo siamo al termine di un ciclo straordinario che ha portato l'Inter sul tetto del mondo.
Da un punto di vista economico siamo in una fase delicata da cui stiamo cercando di uscire attraverso queste attività di rifinanziamento della società che dovrebbero riportarci a essere sereni da un punto di vista economico nel giro di pochi mesi.
Direi che ci troviamo tra la transizione e l'inizio, la riapertura di un ciclo nuovo".


ICARDI - "Con lui abbiamo sempre parlato, attraverso la figura dei miei colleghi preposti a parlare con i ragazzi di 20 anni, specialmente quelli dotati di questo grande talento calcistico come Mauro".


STRISCIONI DEI TIFOSI - "Abbiamo avuto qualche colloquio e qualche chiacchierata con i tifosi, sono consapevole che per un dirigente il passato in altri club può rappresentare qualche problema, ma mi sembra che i tifosi dell'Inter siano comunque di ottima qualità, di ottimo livello.
So di dover lavorare il 150% rispetto a un dirigente normale, ma poi parlano sempre i numeri e i risultati".


MAZZARRI - "Vedo come allena e come gestisce lo spogliatoio.
L'allenatore ha responsabilità fino a un certo punto.
Credo che il mister stia facendo un ottimo lavoro, non soltanto di gestione ma anche di pianificazione e di preparazione di quello che sarà l'anno prossimo.
E poi la sua qualità, dal mio punto di vista, non può essere messa in discussione, guardando i risultati e la carriera che ha fatto".


OBIETTIVI - "Il presidente ha posto come traguardo quello del ritorno in Europa perché sarebbe problematico stare dall'Europa due anni di fila per tutto il lavoro che stiamo facendo, anche sulla parte economica".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Mercato   Inter   Genoa
    Calciomercato Inter, Pellegri rimane un obiettivo: ma ora è dura
    Calciomercato Inter, Pellegri rimane un obiettivo: ma ora è dura
    La 'stellina' del Genoa è finita pure nel mirino di Chelsea e Manchester United
    Mercato   Inter  
    Calciomercato Inter, Bissouma in pole a centrocampo: gli obiettivi
    Calciomercato Inter, Bissouma in pole a centrocampo: gli obiettivi
    Il centrocampista del Lille è in vantaggio su Goretzka e Donsah
    Mercato   Inter  
    Calciomercato Inter, Pellegri riapre la pista nerazzurra?
    Calciomercato Inter, Pellegri riapre la pista nerazzurra?
    Oggi, contro il Genoa, sarà monitorato con attenzione: possibili nuovi contatti col club ligure
    Mercato   Inter   Inghilterra
    Calciomercato Inter, idea Ozil a gennaio
    Calciomercato Inter, idea Ozil a gennaio
    Il tedesco vicino a lasciare l'Arsenal
    Mercato   Inter  
    Calciomercato Inter, Alcacer si propone: la risposta... lo spiazza!
    Calciomercato Inter, Alcacer si propone: la risposta... lo spiazza!
    L'attaccante del Barcellona è pronto a cambiare maglia
    Mercato   Inter  
    Calciomercato Inter, dalla difesa all'attacco: le urgenze di gennaio
    Calciomercato Inter, dalla difesa all'attacco: le urgenze di gennaio
    A Spalletti servono un difensore, un trequartista e un vice Icardi
    Mercato   Inter   Milan
    Calciomercato Inter, duello col Milan per Rakitic
    Calciomercato Inter, duello col Milan per Rakitic
    Il centrocampista del Barcellona ha una clausola rescissoria da 125 milioni di euro