Breaking News
  • Lazio, Fuser: "Costretto a lasciare i biancocelesti". E su Signori...
© Getty Images

Lazio, Fuser: "Costretto a lasciare i biancocelesti". E su Signori...

L'ex centrocampista biancoceleste ha rilasciato un'intervista

. p>LAZIO FUSER INTERVISTA / ROMA - Nel corso di un'intervista concessa a 'Mediaset Premium', l'ex centrocampista di Lazio, Milan, Roma e Parma Diego Fuser ha parlato del suo passato: "Sono andato via dalla Lazio a 29 anni, perché a qualcuno non andavo bene.
Io volevo finire la carriera in biancoceleste, ma qualcosa non andò bene con qualcuno che voleva fare l'allenatore in campo.
Di Signori posso dire che è una brava persona, nella vicenda calcio scommesse l’hanno messo in mezzo".

RICORDI - "Al Milan ci arrivai a 20 anni: era troppo presto, non ero ancora maturo.
Sacchi aveva tanta stima di me: mi ha insegnato tutto dal punto di vista tattico, stava avanti 10 anni rispetto a tutti.
A Firenze segnai il gol più bello, quello contro la Juve del 7 aprile 1991: con quella punizione sono entrato nella storia di Firenze.
Il Toro? È una società che ti forma nel carattere, ti prepara per la Serie A".

NAZIONALE - "Maldini mi ha fatto arrabbiare: mi ha convocato per tutte le partite di qualificazione a Francia '98, poi alla fine chiamò Cois.
I misteri del calcio…".

A.C.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)