Breaking News
© Getty Images

Lazio: caos Varsavia, i tifosi fermati: "Ci dicevano 'italiani mer..., vi facciamo il bunga bunga'"

Altre incredibili testimonianze su quanto successo con la polizia polacca

LAZIO VARSAVIA TIFOSI POLIZIA ITALIANI MERDE / ROMA - Stanno tornando da Varsavia i tifosi rilasciati dalla polizia polacca.
Sulle colonne de 'Il Messaggero' la testimonianza di AlessandroVinci: "E' stata una vera e propria cacciaall'ultras, senza motivo.
Siamo stati trattaticomeanimali, umiliati e derisi come delinquenti.
La polizia ci ha fermati perché cantavamo per strada, e ce la siamo cavata con una multa da 50 euro per questo, che loro definiscono infrazione, altrimenti saremmo stati in carcere 30 giorni.
Alle 4 del pomeriggio ci siamo mossi tutti insieme verso lo stadio: eravamo più di 200.
Non avevamo caschi, né armi.
Siamo stati circondati dalla polizia, che ci ha dispersi, portati in un vicolo e perquisiti.
Ci avevano detto che ci avrebbero accompagnati allo stadio, invece siamo stati ingannati, trattenuti per ore in strada e portati in commissariato.
Non è successo assolutamente nulla: siamo stati fermati per disturbo della quiete pubblica.
Ci hanno fatto le fotosegnaletiche, come criminali, e dopo gli accertamenti siamo andati in cella.
Eravamo in 15 in due metri quadrati, ammassati come bestie senza bere né mangiare per ore.
Ci dicevamo "italiani m***e' e ridevano.
L'ambasciata? Ci ha lasciati soli, non si è visto nessuno.
Mi hanno costretto a dire che fossi colpevole.
Una vergogna".

Altri due tifosi, Luca e Francesco, hanno raccontato a 'Il Tempo': "Eravamo circa 300 e diverse camionette della polizia ci hanno raggiunti e superati.
Entrati in un vicolo abbiamo trovato agenti che ci hanno urlato contro e fatti sdraiare a terra.
Dopo tre ore ci hanno fatti salire sulle camionette e trasportati nei commissariati.
All'arrivo c'erano già 18 ragazzi stesi a terra in manette in una stanza piena di poliziotti.
Ci hanno identificati solo alle otto del mattino, dopo maltrattamenti e prese in giro.
Una gente ha detto a un minorenne: 'Hai paura? Ora facciamo bunga bunga come Berlusconi e finisci in galera', in inglese.
Un interprete mi ha consigliato di dichiararmi colpevole per andare via, e così ho fatto, anche se ero innocente".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Mercato   Lazio   Inghilterra
    Calciomercato Lazio, Mourinho in pole per Milinkovic-Savic
    Calciomercato Lazio, Mourinho in pole per Milinkovic-Savic
    Il Manchester United può beffare il City nella corsa al centrocampista biancoceleste
    Notizie   Lazio  
    FOTO CM.IT - Calciomercato Lazio, visite mediche per Mauricio
    FOTO CM.IT - Calciomercato Lazio, visite mediche per Mauricio
    Il difensore è arrivato presso la clinica Paideia. Inzaghi lo attende, data l'emergenza difensiva
    Mercato   Lazio  
    Calciomercato, la Lazio pesca tra gli svincolati: ma conviene?
    Calciomercato, la Lazio pesca tra gli svincolati: ma conviene?
    I precedenti in Serie A e non solo: da Saha a Felipe quando l'emergenza costringe all''affare'
    Notizie   Napoli   Lazio
    Lazio-Napoli, Sarri: "Mertens fuoriclasse. Scudetto? E' tardi..."
    Lazio-Napoli, Sarri: "Mertens fuoriclasse. Scudetto? E' tardi..."
    Le parole del tecnico azzurro dopo il largo successo all'Olimpico
    Mercato   Napoli   Lazio
    Calciomercato Napoli, gli osservati speciali contro la Lazio
    Calciomercato Napoli, gli osservati speciali contro la Lazio
    Da Milinkovic-Savic a Murgia, passando per Luis Alberto: Giuntoli attento
    Serie A   Lazio   Napoli
    Lazio-Napoli, Inzaghi: "Aprire un ciclo? Non cedere i calciatori"
    Lazio-Napoli, Inzaghi: "Aprire un ciclo? Non cedere i calciatori"
    Le parole dell'allenatore biancoceleste prima del match infrasettimanale
    Mercato   Juventus   Lazio
    Juventus, Inzaghi vola: le 5 qualità che hanno stregato i bianconeri
    Juventus, Inzaghi vola: le 5 qualità che hanno stregato i bianconeri
    Marotta e paratici puntano il tecnico della Lazio per il dopo Allegri