Breaking News
© Getty Images

Premier League, Benitez: "Ferguson? Non gli rispondo nemmeno, parlano gia' risultati"

Ecco le parole del tecnico partenopeo che analizza anche la Premier League

NAPOLI BENITEZ POSSESSO PALLA FERGUSON / LONDRA (Inghilterra) - Con le sue idee e la nuova filosofia, Rafael Benitez è riuscito a conquistare Napoli ed un posto tra i candidati per l'UEFA Coach of the Year. Filosofia che si basa su un possesso palla lontano da quello stile Barcellona e che il tecnico spangolo ha analizzato sulle colonne del britannico 'Indipendent': "Non bisogna copiare il modello del Barcellona, l'importante è giocare bene e vincere. Contro il Sassuolo abbiamo fatto il 74% di possesso e abbiamo pareggiato, contro la Fiorentina il 40% ed abbiamo vinto. Il possesso palla vale se lo fai bene, ma bisogna mettersi in testa che non basta solo passarsi il pallone". L'allenatore, poi, si sofferma sulla Serie A e sul rapporto con i tifosi: "Noi siamo al 75%, ma miglioriamo ogni settimana e l'intesa cresce. La rivelazione è la Roma, ma la Juventus resta molto forte. I tifosi mi chiamano Rafè, hanno cominciato sui forum e va bene anche a me".

Uno sguardo agli altri candidati al premio UEFA: "E' una lista tosta e sono felice di farne parte. Per me dovrebbe vincere uno come Heynckes che ha dei valori che vanno oltre la semplice vittoria ed è stato un esempio per molti di noi. Io sono stato molto affascinato dal grande Arrigo Sacchi, Francisco Maturana e Johan Crujff".

Infine, un'analisi sulla Premier League ed una stoccata a Ferguson che nella sua autobiografia lo aveva apertamente criticato: "Replicare a commenti come questi o a quelli fatti su Steven Gerrard servirebbe solo a dargli maggiore visibilità e preferisco che a parlare per noi siano i successi che abbiamo ottenuto al Liverpool e le cose che abbiamo fatto per il club. I cinque giocatori che preferisco in Premier? Il primo è sicuramente Luis Suarez, perché è davvero impressionante vederlo giocare, e il secondo è il suo compagno di reparto al Liverpool, Daniel Sturridge, che non scelgo perché sono un ex ma perché ha acquisito quella fiducia che gli deriva dal fatto di sentirsi parte dei piani del tecnico. Un altro attaccante che magari ha avuto meno attenzioni ma mi ha impressionato molto è Alvaro Negredo del Manchester City, che ha un sinistro davvero buono, e poi ovviamente non posso non citare Rooney e riconfermare anche quello di buono che avevo detto un paio di mesi fa sul capitano del Southampton Adam Lallana" queste le parole riportate da 'Gazzetta.it'.

L.P.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Mercato   Napoli  
    Calciomercato Napoli, anche Insigne per il post Neymar
    Calciomercato Napoli, anche Insigne per il post Neymar
    Il Barcellona guarda in Italia per Dybala e anche per l'esterno di Sarri
    Notizie   Napoli  
    Napoli, Sarri: "Scudetto? Non siamo favoriti"
    Napoli, Sarri: "Scudetto? Non siamo favoriti"
    Il tecnico azzurro non si sente in pole per la vittoria del campionato
    Mercato   Napoli  
    Calciomercato, attento Napoli: Raiola vuole Insigne nella sua scuderia
    Calciomercato, attento Napoli: Raiola vuole Insigne nella sua scuderia
    Il noto procuratore starebbe pensando ad un altro colpo dopo Verratti
    Mercato   Torino   Napoli
    Calciomercato Torino, UFFICIALE: soffiato Berenguer al Napoli!
    Calciomercato Torino, UFFICIALE: soffiato Berenguer al Napoli!
    L'Osasuna ha annunciato il trasferimento del giovane talento ai granata
    Notizie   Napoli  
    Napoli, De Laurentiis: "È la mia squadra più forte. Higuain..."
    Napoli, De Laurentiis: "È la mia squadra più forte. Higuain..."
    Il presidente partenopeo manda un messaggio: "Scudetto non sia più parola tabù"
    Mercato   Napoli  
    Napoli, Sarri: "Facile acquistare giocatori da 100 milioni"
    Napoli, Sarri: "Facile acquistare giocatori da 100 milioni"
    Il tecnico degli azzurri ha risposto alle domande dei tifosi
    Serie A   Napoli  
    Napoli, Mertens: "Mi identifico in Sarri, possiamo fare grandi cose!"
    Napoli, Mertens: "Mi identifico in Sarri, possiamo fare grandi cose!"
    La punta belga ha parlato della sua evoluzione che lo ha portato a diventare un bomber implacabile