Breaking News
© Getty Images

Calciomercato Juventus, Bronzetti: "Pogba-Real Madrid? Ora no, ma se Perez vuole..."

Il noto intermediario, molto attivo sull'asse Italia-Spagna, parla del futuro del centrocampista

CALCIOMERCATO JUVENTUS CHAMPIONS LEAGUE REAL MADRID BRONZETTI POGBA VIERI ANCELOTTI / TORINO - La partita di domani sera tra Juventus e Real Madrid in Champions League avrà un sapore particolare per Ernesto Bronzetti, intermediario di mercato molto attivo sull'asse Italia-Spagna e uomo di fiducia del presidente delle 'merengues' Florentino Perez.
Queste le sue dichiarazioni rilasciate nel corso di un'intervista a 'Tuttosport':

POGBA - "Se va avanti così e dimostra di essere una stella - e per me ancora non lo è - potrebbe entrare nel mirino del Real Madrid. Per ora non interessa a Perez, anche se lo tiene sotto controllo come tutte le altre promesse nel mondo.
Al momento, in quel ruolo, il Real Madrid è coperto.
Il presidente vuole 'spagnolizzare' la squadra e per questo ha investito molto su Illarramendi.
Per il momento non c'è nessun altro caso Zidane all'orizzonte, quindi".

BALE - "I giocatori del Real devono avere determinate caratteristiche, mediatiche e commerciali.
Su Bale, il Real ha insistito perché c'è un progetto dietro e vedete che i soldi spesi si ripagheranno.
Perez è uomo di carisma e personalità ed è il presidente della squadra con più tifosi al mondo.
Fattura 500 milioni e non gli mancano gli argomenti per essere convincente.
Il Real è il club più famoso della terra, a parità di offerta un giocatore preferirà sempre Madrid".

ANCELOTTI - "A convincere il presidente del Psg a lasciarlo andare a Madrid è stato...
Rafa Nadal! Nasser è il numero uno della Federtennis del Qatar e il tennista spagnolo lo ha convinto a liberare Ancelotti".

HIGUAIN e VIDAL - "La Juventus era seriamente intenzionata a comprare Higuain mentre Vidal per il Real era un'idea prima di Illarramendi.
Marotta
e Agnelli dissero a Perez che 35 milioni per l'argentino erano troppi e lui rispose che alla fine qualcuno glieli avrebbe dati...
Aveva ragione! La Juve non andava oltre i 22/23.
Perez ci è rimasto male perché voleva darlo ai bianconeri".

AGNELLI - "E' bravo perché si fida di Marotta.
E' giovane e ha capito come funziona il calcio.
Nuovo Moggi? Per me Galliani, per abilità, è l'unico che sa fare mercato.
Ma Luciano era più inaffidabile".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Mercato   Juventus   Spagna
    Calciomercato Juventus, beffa Barcellona per Goretzka? André Gomes...
    Calciomercato Juventus, beffa Barcellona per Goretzka? André Gomes...
    Il club blaugrana lancia l'assalto al centrocampista dello Schalke 04
    Mercato   Juventus  
    DIETRO LE QUINTE: Inzaghi-Juve e Mancini-Premier: i retroscena
    DIETRO LE QUINTE: Inzaghi-Juve e Mancini-Premier: i retroscena
    Aneddoti e curiosità sulle trattative del momento
    Mercato   Juventus   Germania
    Calciomercato Juventus, quanta concorrenza per Goretzka
    Calciomercato Juventus, quanta concorrenza per Goretzka
    Bayern Monaco e Barcellona in pole per il centrocampista
    Mercato   Juventus   Inghilterra
    Juventus, Emre Can: clausola 'bassa', via libera Liverpool?
    Juventus, Emre Can: clausola 'bassa', via libera Liverpool?
    I 'Reds' non riescono a trovare l'intesa con il centrocampista sul nuovo contratto
    Mercato   Juventus   Spagna
    Calciomercato Juventus, idea Marotta: Oblak per il post Buffon
    Calciomercato Juventus, idea Marotta: Oblak per il post Buffon
    Dirigenza bianconera stregata dal talento dell'Atletico Madrid
    Mercato   Juventus   Lazio
    Juventus, Inzaghi vola: le 5 qualità che hanno stregato i bianconeri
    Juventus, Inzaghi vola: le 5 qualità che hanno stregato i bianconeri
    Marotta e paratici puntano il tecnico della Lazio per il dopo Allegri
    Mercato   Juventus   Lazio
    Calciomercato Juventus, Inzaghi: "La Lazio è la squadra del mio cuore"
    Calciomercato Juventus, Inzaghi: "La Lazio è la squadra del mio cuore"
    Il tecnico biancoceleste sull'interesse dei bianconeri per il dopo Allegri