Breaking News
© Getty Images

Emiliano Mondonico su polemiche Torino-Juventus

L'ex allenatore granata e' intervenuto in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it

TORINO-JUVENTUS ESCLUSIVO MONDONICO / TORINO - La stracittadina della Mole si è colorata di bianconero. La Juventus ha steso il Torino, che però recrimina per il gol decisivo di Pogba viziato da un netto fuorigioco di Tevez. La redazione di Calciomercato.it - nel day-after del match dell''Olimpico' sabaudo - ha contattato Emiliano Mondonico per parlare della contesa tra il 'Toro' e il club campione d'Italia: "E' sempre un derby, è chiaro che certe gare si giocano sempre con grande animosità. Perdere certe partite da sempre fastidio alla squadra sconfitta, così come regalano un'ulteriore soddisfazione a chi ne esce vincitore. Un derby, poi, non finisce mai al novantesimo: per altri due-tre giorni si continuerà a parlare di queste polemiche - ha sottolineato alla nostra redazione l'ex allenatore del Torino -. Il gol di Pogba ha certamente condizionato la gara, anche se la Juventus ha fatto la partita e nel secondo tempo ha creato altre occasioni da rete. Il Torino ha disputato la gara che doveva giocare, alla fine è stato il singolo episodio a condizionare il risultato finale".

POLEMICHE - "Il fallo di Immobile su Tevez? A velocità normale sembrerebbe un normale fallo tattico, da ammonizione. Mentre guardandolo poi alla moviola, si capisce che ci poteva stare anche il rosso.Le parole di Conte sugli episodi contestati?Ognuno tira acqua al proprio mulino, sono dichiarazioni che non mi meravigliano più. E' chiaro che un allenatore cerca di fare sempre gli interessi della propria squadra".

CERCI - "Nella posizione di seconda punta è più libero di trovare la posizione a lui più congeniale. Da tornante, invece, ha come punto di riferimento la linea di fondo, e poi Ventura non può permettersi in questo momento un modulo con tre giocatori avanzati. Cerci ha migliorato i suoi comportamenti fuori dal campo e in questa maniera il suo indubbio talento viene sul terreno di gioco. Sta facendo bene, è un giocatore che con le qualità che ha può fare la differenza nel Torino, così come in una grande squadra e in Nazionale".

MAZZARRI-MONTELLA - "Mourinho è l'unico allenatore, al mondo, che vive per la polemica. Montella e Mazzarri hanno dei comportamenti più naturali, si vede che non sono abituati a certi atteggiamenti - ha concluso Mondonico a Calciomercato.it -. Rischiano di rovinare la propria immagine, anche loro secondo me sperano che questo battibecco si chiuda al più presto".

Mercato   Torino   Francia
Torino, Belotti al Psg per 'bloccare' Verratti
Torino, Belotti al Psg per 'bloccare' Verratti
L'attaccante sarebbe l'arma usata dal club parigino per convincere il regista a restare
Mercato   Milan   Torino
Calciomercato Milan, caso Belotti: rifiutati 70 milioni
Calciomercato Milan, caso Belotti: rifiutati 70 milioni
Cairo continua a chiedere la clausola da 100 milioni e non accetta contropartite
Mercato   Milan   Torino
Calciomercato Milan, Petrachi: "Belotti? Devono pagarlo bene"
Calciomercato Milan, Petrachi: "Belotti? Devono pagarlo bene"
Il Ds del Torino: "Nessuna offerta dei rossoneri. Con Mirabelli potrei parlare di altri giocatori"
Mercato   Milan   Torino
Calciomercato Milan, 80 milioni per Belotti: la strategia rossonera
Calciomercato Milan, 80 milioni per Belotti: la strategia rossonera
Soldi più una contropartita per convincere Cairo, che resta della sua idea
Mercato   Juventus   Torino
Calciomercato Juventus, Allegri chiede un giocatore del Torino
Calciomercato Juventus, Allegri chiede un giocatore del Torino
Il tecnico bianconero sarebbe un grande estimatore del mediano ghanese Acquah che piace anche al Newcastle
Mercato   Inter   Torino
Calciomercato Inter, proposta shock per Belotti
Calciomercato Inter, proposta shock per Belotti
I nerazzurri hanno offerto 70 milioni di euro più una tripla contropartita
Mercato   Milan   Torino
Calciomercato Milan, ecco l'offerta per Belotti
Calciomercato Milan, ecco l'offerta per Belotti
Il club rossonero mette sul piatto 60 milioni più calciatori