Breaking News
  • IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Hamsik suona la carica, Cambiasso poco lucido
© Getty Images

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Hamsik suona la carica, Cambiasso poco lucido

Top e Flop della 1a giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati

. p>PAGELLONE, HAMSIK CAMBIASSO / MILANO – Con il mercato estivo in pieno fermento e ancora in grado di fornire inaspettati colpi di scena, si alza il sipario sul campionato di Serie A 2013/2014.
Tra i protagonisti assoluti della prima giornata molti sono 'vecchie' conoscenze del nostro calcio come Marek Hamsik e Luca Toni; entrambi grandi trascinatori e leader indiscussi nei vincenti esordi di Napoli e Verona.
Importanti conferme sono arrivate anche da giovani dal grande futuro come lo juventino Pogba e il romanista Florenzi.
Poco brillanti invece sono apparsi due punti di riferimento imprescindibili per le rispettive squadre come Cambiasso e Diamanti.
Non pervenuto se non a sprazzi il talento del faraone El Shaarawy.



TOP

5.Pogba (Juventus) –
Unanimemente considerato il top player del futuro, il francesino sembra intenzionato a diventarlo anche nel presente.
Si muove nel centrocampo di Conte con autorità e convinzione nei propri mezzi diventando risolutivo nel momento clou della partita.
Over the top.  VOTO 7,5

4.Behrami (Napoli) – In mediana è un autentico martello che finisce per stroncare sul nascere ogni velleità avversaria.
Molto efficace anche in fase di gestione della palla.
Factotum.
VOTO 7,5

3.Florenzi (Roma) –
Giocatore dalla corsa facile che si esalta negli inserimenti con o senza palla.
Dopo aver trovato il palo, arriva anche la soddisfazione personale che chiude definitivamente i conti.
Rapace.
VOTO 7,5

2.Toni (Verona) –
Il pivot dell'Italia campione del mondo in Germania non ne vuole proprio sapere di farsi da parte.
Accoglie con l'entusiasmo di un esordiente l'ennesima sfida della sua carriera e sembra proprio deciso a vincerla.
Due gol alla sua maniera ed è ancora il tempo di Luca Toni.
Evergreen.
VOTO 7,5

1.Hamsik (Napoli) –
Il campione slovacco si presenta ai nastri di partenza del campionato in versione super.
Nell'arco dell'intera partita contro il Bologna sfoggia tutto il meglio del suo repertorio; intelligenza tattica, grande tempismo negli inserimenti e facilità di calcio.
Straripante. VOTO 8,5





FLOP

5.El Shaarawy (Milan) –
Il faraone dopo l'acuto in Champions contro il Psv, è ricaduto in una serata tipica dello scorso finale di stagione.
Quasi mai nel vivo dell'azione finisce presto in balia dei difensori veronesi.
E pensare che il Milan ha un bisogno estremo delle sue giocate.
Sconsolato.
VOTO 5

4.Diamanti (Bologna) –
Il capitano rossoblu non ha avuto vita facile contro un avversario instancabile del calibro di Behrami.
Con pochissime occasioni per affacciarsi dalle parti di Reina, il centrocampista della nazionale non è riuscito praticamente mai a sfruttare il suo sinistro in zona tiro.
Disinnescato.
VOTO 5

3.Parolo (Parma) –
A centro campo non riesce a trovare le giuste misure risultando scollato rispetto ai movimenti dei compagni.
Il risultato è una prestazione incolore.
Isolato.
VOTO 4,5

2.Curci (Bologna) –
Ha evidenti responsabilità in occasione del gol di Callejon che sblocca la partita al San Paolo.
Nel complesso è una serata tutt'altro che felice per il portiere ex Roma visto che è apparso piuttosto insicuro in più di un occasione.
Impacciato.
VOTO 4,5

1.Cambiasso (Inter) –
Non è il Cambiasso che tante volte abbiamo ammirato negli anni dello strapotere nerazzurro, di conseguenza non riesce a garantire il suo consueto apporto in termini di dinamismo e personalità in mezzo al campo.
Stranamente in alcuni frangenti pecca anche di precisione e lucidità.
Sbiadito.  VOTO 4,5

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)