Caos Juve, parla Szczesny: “C’è solo una cosa da fare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:55

Dopo il ko con l’Argentina, che è però bastato alla Polonia per la qualificazione, Szczesny ha parlato della situazione in casa Juve

Al momento è senza dubbio il miglior portiere del Mondiale e uno dei top dell’intera competizione. Wojciech Szczesny ha vissuto un’altra serata da sogno, trascinando letteralmente la sua Polonia agli ottavi di finale. Nonostante una partita mal giocata contro l’Argentina.

szczesny juventus agnelli polonia calciomercato.it 20223011

Ma l’estremo difensore della Juventus ha parato il secondo rigore nelle ultime due partite, stavolta addirittura a Lionel Messi. La Polonia ha perso comunque, ma quel gol negato ha pesato in maniera clamorosa sull’economia della classifica e dello scontro a distanza col Messico. Un penalty respinto che fa il paio con quello ad Al-Dawsari, che ha dato il via alla vittoria dei suoi compagni con l’Arabia Saudita. E oltre a questi due miracoli, ovviamente, Szczesny si è reso protagonista di prestazioni e interventi di altissimo livello, decisivi.

Juve, Szczesny: “Agnelli grande uomo. Noi dovremo dare tutto”

szczesny juventus agnelli polonia calciomercato.it 20223011
Szczesny © LaPresse

Nel frattempo, a Torino la sua Juventus sta vivendo uno dei momenti più difficili della sua storia e ovviamente i calciatori osservano da lontano, ma molto interessati. Le dimissioni del CdA, l’inchiesta e le possibili conseguenze ancora non chiare, i comunicati. Al termine della sconfitta contro l’Argentina, ‘Rai Sport’ ha intervistato proprio Szczesny sulla questione: “Dispiace tantissimo, perché Agnelli è un grandissimo uomo. Ma la vita calcistica va avanti e noi giocatori non possiamo che dare tutto per la maglia, nonsotante il caos successo negli ultimi giorni”. Insomma, per il polacco il focus deve e dovrà rimanere sul campo, anche se non sarà semplice.

Sulla partita e il rigore parato a Messi: “Sono stato fortunato ed è bello, sono momenti belli nella carriera di un calciatore perché il Mondiale è il nostro massimo e vivere momenti così è belllissimo. Poi certo, per parare un rigore a Messi c’è anche della bravura, c’è lavoro”.