Juve, parla l’avvocato: “Rischio di sanzioni pesantissime”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:27

Dopo le dimissioni in blocco del Cda della Juventus, ora resta da capire quali implicazioni ci saranno a livello sportivo: parla l’avvocato

Tutto quello che sta succedendo ai Mondiali in Qatar è stato oscurato da quanto accaduto in Italia alla Juventus: proseguono le indagini sulla società piemontese, che anche a livello sportivo potrebbe vivere una nuova indagine. Dei rischi della ‘Vecchia Signora’ parla l’avvocato Roberto Afeltra.

Juve, parla l'avvocato: "C'è il rischio di sanzioni pesantissime"
Maurizio Arrivabene, Pavel Nedved e Andrea Agnelli©LaPresse

Ai microfoni di ‘Radio Radio’ è intervenuto l’avvocato Roberto Afeltra, che ha analizzato la situazione in casa Juve: “L’unico provvedimento emesso da un giudice fino ad ora è quello del giudice di Torino che dice non ci sono elementi di colpevolezza. La manovra stipendi però non era oggetto di giudizio nella sentenza, sulla manovra stipendi quindi potrà esserci un nuovo giudizio. Nel caso in cui la manovra stipendi avesse inciso in modo significativo sul bilancio della Juventus, qual è l’impatto a livello sportivo? Questa è la domanda da porsi”. Ecco, anche sui rischi che corre il club piemontese a livello sportivo si è espresso l’avvocato: “C’è il rischio di sanzioni pesantissime“.

Cosa rischia la Juventus? L’avv. Afeltra: “Torniamo al duplice principio contabile”

Juve, rischio penalizzazione: "Come il Chievo"
Andrea Agnelli ©LaPresse

L’avvocato Roberto Afeltra ha parlato dei rischi della Juventus in questa vicenda: “C’è il rischio di sanzioni pesantissime, potrebbe essere più grave la posizione sportiva rispetto a quella penale. Bisogna capire come incide l’attività della procura federale, gli atti sono diversi rispetto a quelli valutati nella sentenza già emessa sulla Juventus, quindi andranno valutati di nuovo”. Poi, ha aggiunto: “I bilanci presentati dalla Juventus e valutati dalla Covisoc per la procura federale sono immodificabili. Se emergessero differenze talmente significative rispetto ai parametri per l’iscrizione al campionato, potrebbero esserci rischi notevoli”.

L’opinione dell’avvocato, al riguardo, è la seguente: “Io sono convinto che la Juventus non rischi, perché torniamo al duplice principio contabile. C’entra poco con il campo e più con le aule di tribunale”. Infine, l’avvocato Afeltra ha parlato dell’aiuto involontario della procura alla ‘Vecchia Signora’. “Se avessero depositato gli atti il 31 dicembre 2022, la Juventus avrebbe avuto moltissime difficoltà ad aggiustare i bilanci”.